giovedì 18 giugno 2009

la voce di colui che ignora

stamattina ho provato a guardare 20min di cartone animato online, su youtube
audio in giapponese, sottotitoli in inglese ('na faticaccia!!!)
solo che per poterlo vedere ci ho messo quasi un'ora!
prima mi distrae un signore a lavoro raccontandomi le peripezie del permesso di soggiorno
poi (dopo 20min, nei quali ho sfruttato il tempo facendo altre cose) quando finalmente mi vedo già bella e carina con le cuffie alle orecchie ecco che il collega di fronte a me commenta il mio "cartone animato giapponese" con una sentenza a dir poco... obsoleta:
"ma sono quasi tutti porno!"
COSA?
forse non ho sentito bene...
ne parliamo, io il cartone non lo vedo per i seguenti 10minuti... ne è totalmente convinto... qui in italia vengono censurati...
e allora io cosa starei guardando?
non dico che non esistano, ma gli faccio notare (cosa che non sa) che in giappone i cartoni sono divisi per fasce di età e per genere...
che è una cultura che si ritrova persino un Ministro a dire che i manga sono un "bene" da proteggere e coltivare...
insomma, ok io sono di parte, li guardo anche a 29 anni suonati...
però non posso accettare che mi si dicano scemenze!

con questo stato d'animo sono riuscita a vedere la puntata in questione, felice del fatto che non è vero che sono tutti "porno"!

2 commenti:

  1. gnuranzia portamiviaaaaaa...
    mi figuro un dialogo modello:

    -signora mia, i cartoni japponesi so tutti robba porno!
    -ma quanti ne ha letti?
    -io? per carità, neanche uno, me l'hanno ariccontato!

    so gli stessi che se stavano in un altro stato vedevano gli italiani-mandolino-pasta-pizza-berluscone...

    con un po' di pazienza potermmo mettere una lista di janetti (jappo-fumetti) che leggiamo/abbiamo letto!

    RispondiElimina
  2. si, ci sto: l'idea mi piace

    RispondiElimina