giovedì 23 luglio 2009

scalda il cuore...

...avere gli animali domestici che quando torni a casa ti fanno le feste...

Ogni giorno torno a casa e sono accolto festante da decine e decine di zanzare che MI FANNO LA FESTA!!!

...per fortuna che almeno almeno 6-7 a sera ne secco... non foss'altro per scaricare il fastidio in maniera distruttiva...

forza obama!!!

lunedì 20 luglio 2009

luna!

...c'è chi (non) pensa, e dice che non ci si è mai arrivati...

...c'è chi pensa di tornarci...

...c'è chi spara in aria un affaretto su con macchina fotografica (non esattamente così banale ma vabè), fa un po' di foto e... per la prima volta si vedono i moduli lunari di discesa lasciati lì dalle missioni apollo!

uno dei millemila link[NASA/GSFC/Arizona State University]

...altro che cazzi...

metti la cera, togli la cera

Questo weekend l'ho speso a risistemare tutta la camera. Per tutta intendo davvero tutta! Non c'era + niente al suo posto: letti, mobili, librerie, mensole, tavolo, sedie...
Un weekend fa avevamo "messo la cera": smantellamento totale
Questo weekend abbiamo "tolto la cera": rimetti un pò tutto a posto, come stava prima... che mazzo!
Mamma avrà lavato a terra qualcosa come 5-6 volte e la polvere post-tinta ancora che si vedeva qua e là sul pavimento ieri sera...
Papà ha ritrapanato le mensole, mentre io e la sorella abbiamo fatto il resto: letti, librerie (ma quanto pesavano! porc!) e lo svuotamento dei scatoloni.
Poi io ho risistemato il bagno, mentre la sorella si dedicava ad incartare il salotto. Mamma inscatolava la cucina e io acchittavo la camera per far entrare gli scatoloni delle altre stanze...
L'amadio e la libreria al corridoio sono incartati con un telo dalla scorsa settimana. Un telo trasparente che svolazza non appena tira un pò d'aria. Sembra di stare in quelle case di nuova costruzione, dove ci sono i teli e i secchi di vernici... e tutto è bianco...

Insomma, siamo di nuovo daccapo... tutto ancora incartato, metà casa da finire... e noi che viviamo come profughi passando da una stanza all'altra...
E' divertente, per un certo aspetto, ma forse solo per me che sto fuori casa 12 ore al giorno e torno solo per dormire...
Cmq, tutto questo mi terrà la mente occupata per un'altra settimana, e per un altro weekend.
Dopo di che restano solo 2settimane lavorative e finalmente VACANZA!

sabato 18 luglio 2009

Coraline

cinema Andromeda, sala 3d, si vede Coraline!

Appuntamento alla Metro bBattistini per le 19.30, verso le 19.40, tutti (io, eri e Sara) presenti, ci avviamo su via battistini... ma nella direzione sbagliata!!

Ripresa la concezione spazio-tempo con l'ausilio dell'acquisto di un quarto di pizza bianca farcito ed un pezzo di pizza formaggio e prosciutto cotto (in eccesso rispetto alle capacità diegli stomaci), di avviamo ed arriviamo alfine al cinema!

Paghiamo l'esoso dazio (ten pleuris), compriamo una pepsi e due bottijette d'acqua (for digestion's sake), attendiamo brevemente, consegno un documento, e... ci danno li occhialini!!

Gli occhiali sono degli affaroni plasticosi abbastanza spigolosi, decisamente anni 80, con lenti dai riflessi iridati, che a portarle danno un certo che di ray charles; sono pensate per essere portate sopra agli occhiali da vista, ma senza si vede ovviamente meglio.

Sala semivuota (e ci sta bene), dietro di noi mamma con due bambini under 5. Evidentemente la mamma non ha letto alcuna recensione del film, che infatti è decisamente inquietante e pauroso (non è stato proposto a Marica proprio per questo motivo).

Partono gli spot, poi i trailer, poi... trailer 3D del prossimo era glaciale (3? 4? mah)! ...gli spettatori evitano con fatica di prendere una musata dal tirannosauro.

Poi parte il film! Atmosfere da Tim Burton, storia di Neil Gaiman... Musiche bellissime, decisamente da vedere! Il 3D non è decisamente fondamentale, anzi, passato l'elemento novità in effetti mi ha stancato un po'... Era più che altro una distrazione nella visione del film. L'unica scena veramente fatta per il 3D è quando all'inizio un ago tesse una tela, e viene veramente in avanti in maniera esagerata! Per il resto niente di speciale, ogni tanto anzi andava a nero per una frazione di secondo (cambio di bobina?) e il 3d sfarfallava per i secondi seguenti...

I due bambini dietro a noi sono passati da un gioioso divertimento per la novità ("mamma, coraline mi è venuta vicino", "mamma che bbbel ggiardino!!"), alla perplessità ("anvedi che tette enormi quella!!", e noi e la madre a sghignazzare), al terrore verso la fine... ma tutto sommato tutto bene.

Ultimo frame del film, la scritta: “Per chi può capire: Animale”... io li per li ho ipotizzato fosse uan sorta di chiave per un concorso, ed in effetti ora leggo qui che era un concorso, ma americano! e in italiano lo hanno tradotto... chissà perchè!

giovedì 16 luglio 2009

fuochino, fuochino, Fuoco!

Martedì
dopo il lavoro vado a dormire da gg. A casa mamma e sorella finiscono di incartare i mobili

Mercoledì
dopo lavoro (esco alle 19.20...) torno a casa (1ora dopo). Resto nell'ingresso allibita... il corridoio è tutto un telo, il salotto è tutto un ammasso di cose accatastate, il bagno è VUOTO, la cameretta è smantellata e i pochi mobili sono incartati con il giornale e spostati qua e là, i letti sono stata messi uno sull'altro sul balcone! Qui neanche ci si può andare: giusto il gatto riesce a divincolarsi....
dopo 3minuti che giro per casa guardando di qua e di là, torno in salotto e dico: ma io dove poggio la borsa? dove mi cambio? come me li lavo i capelli? Per i primi due la risposta è: la cucina. Per trovare invece tutto l'occorrente per il bagno inizio a giocare con la sorella... che mi fa "acqua, acqua, fuochino, fuoooooco!" per shampoo, phon, spazzola, dentifricio, deodorante e via dicendo!
Per il cambio di oggi e domani (visto che son stata letteralmente sbattuta fuori di casa) mi sono infilata sotto uno dei teli che copre l'armadio... [Nb per sorella: quando mi hai scritto che mamma voleva che andassi a dormire da gg mi sono sentita un pò come Otani quando viene cacciato di casa e va a dormire da Risa... :D:D (anime: "Lovely Complex")]
Per la notte i letti sono stati rimessi dentro: il mio al suo posto, mentre quello della sorella poggiato su tutt'altra parete... e va detto che nn sono riuscita a dormire per niente bene...

Oggi, giovedì
sono a lavoro con un vago senso di aver dimenticato qualcosa a casa, qualcosa di utile... spero di no, perché nn rimetterò piede lì dentro fino a domani sera (o forse fino a sabato mattina....)


La cosa brutta è che prima ci avevano detto che avrebbero fatto tutto in 3 giorni (ieri, oggi, domani), ma ieri già parlavano di lun e mart...
spero che almeno la cameretta ce la ridiano subito, così svuotiamo il balcone (nn avrei mai pensato di avere tutte quelle cose!)
speriamo bene...

mercoledì 15 luglio 2009

Fatti casuali da ritrovi balneari

pensieri e fattarelli accaduti in una missione+vacanza iniziata con uno sciopero e terminata... con uno sciopero(e me sa che allora so io...)!

quando sulla spiaggia, nella perfetta media che ogni 5 vede arrivare un vù cumprà od omologo, arriva il rumeno che espone il caso strappalacrime della figlia che ha qualcosa ad un polmone e qualcos'altro all'altro... quando, che peccato!, la descrizione viene interrotta... dal fastidioso trillo polifonico del suo cellulare... ti viene da pensare... se proprio vuoi fare pena, non dico di spegnerlo, ma almeno... il profilo silenzioso!

quando il burino toscano (truzzo in dialetto), con la sua ancora + burina mini, per fare inversione sul lungomare occupa la pista ciclabile proprio quando ci sto passando io; in cambio si sente dire in un dialetto che non é il suo "aò, bravo, proprio in mezzo al cazzo".

quando passi accanto al lettone rifatto dei tuoi e ci vedi un bozzo sotto le coperte... E scopri che quel bozzo altro non é che il gatto, a pancia insù, che dorme beato...

quando ti trovi alla stazione di Viareggio (a 200 m dal disastro), mezz'ora prima del tuo (ipotetico e postulato) treno, in pieno sciopero, e ci sono due cinesi ed un rumeno. I cinesi scrutano il monitor, il rumeno (burinissimo e tiratissimo ma socievole), chiede: dove andate? La cinoragazza risponde (molto incerta):
Pelato... Palato.
Si volta verso il ragazzo, che divertito e con fare cinocoatto dice:
Plato!
A quel punto il rumeno capisce ed esclama con una r rotantissima:
Aaaa, Prato!
(e dove andranno mai due cinesi alla stazione di viareggio...), erre che fa girare e ridere la cinese. Il rumeno prova a spiegare che devono prendere il bus fino a lucca... il treno non fa ancora quella tratta... ma... i due cinesi non afferrano. Arriva poi una vecchia cinese che con una frase cinese che conteneva un suono tipo "autobuswa" scatena una corsa di cinesi verso le scale. E forse verso i bus... forse...

lunedì 13 luglio 2009

Fatti casuali da ritrovi montanari

Location? Intorno a 42.60 nord,13.23 est, all'incirca. Un par di fatti accaduti due w/end fa...

Si sta in cucina a parlare del + e del -, fuori un tempo non molto per la quale, come durante tutto il w/end. Ad un tratto i neon che fanno luce hanno un forte tremolio, per un attimo è buio, poi tutto normale. Tempo qualche secondo e... BROOOOOOM, arriva l'audio del fulmine che aveva causato lo sbalzo di tensione... Per fortuna che la rete elettrica ha dimostrato di essere robusta!

La sera di domenica è prevista l'estrazione della lotteria, i fochi, e l'intrattenimento a cura di "nome-che-non-ricordo il fenomeno". E' l'ora di uscire, ma il tempo é comunque inclemente ("non é che abbiamo fatto il fioretto di bagnarci", ho avuto modo di esclamare), ma un attenuarsi della pioggia ci fa mettere il naso fuori.
Arrivati nel piazzale, chiusi timidamente gli ombrelli, il fenomeno sta andando in giro a fare un serpentino di astanti.
Per coinvolgere maggiormente i villici, profferisce un "facciamo il ballo contro la pioggia!"... e, tempo 30 secondi, fu il diluvio totale, con tanto di scappata al bar per la pausa caffé...

Dopo 10 minuti di pioggia fitta, per fortuna, il fenomeno s'é zittito e han potuto fare l'estrazione (vinto niente) e i fochi, sempre molto belli, visti stavolta da casa che era er mejo posto. Poi tutti a Roma.

Scatoloni & Co.

questo weekend sono stata senza la mia 'dolce' metà...
a dire il vero, tutta la settimana sono stata senza, visto che lun aveva la tesi del fratello, mar e mer ha lavorato a prato, da giov a dom è stato al mare a viareggio... il tutto senza internet...
cmq, apparte essermi sentita sola-triste-abbandonata [ :D ], volevo dire che questo weekend senza la mia roscia metà è stato speso all'insegna di... scatoloni!
essì, perché da merc, per 3 giorni, una ditta verrà a ritinteggiar casa!
ora, pochi sanno com'è la stanza mia e di mia sorella ma posso assicurarvi che per lasciare solo i mobili bassi, facilmente spostabili, ci è voluto l'intero weekend!
dove abbiamo messo i libri? i fumetti? le librerie? le scatole sotto ai letti?
tutto finito sul balcone, così come ci finirà il mio letto...
diciamo che spero che mercoledì facciano e finiscano la nostra stanza, altrimenti nn so proprio dove metteremo i pensili della cucina...

le 3 serate di ven, sab e dom le ho passate invece a guardare un anime di un manga che sto ancora leggendo...
un gran bell'anime, ma ancora meglio è il manga...
con delle storie divertenti e strappalacrime, tanto che il cuore quasi ti si spacca a metà...

e qnd ieri sera sono andata a dormire, stanca fisicamente e compromessa emotivamente, pensavo a lui, in viaggio per roma
e poi mi ha chiamata, ma ero già in dormiveglia... ho tentato di fare la voce + sveglia possibile, ma la mia mente già si stava allontanando...
volevo dirgli cosa pensavo, cosa provavo... ma nn ce l'ho fatta...

mi sono addormentata su un fianco, piangendo, con il petto che sembrava scoppiare
e in mente solo due parole....

martedì 7 luglio 2009

giù

non oso manco spiegare cosa ho combinato, perché effettivamente non è stato nulla di grave...
però la sensazione è qll "giù"
(della serie che volevo prendere la borsa e andare a casa...)
mortificata, triste, esagerata
quello che volete... però questa è

lunedì 6 luglio 2009

montagna...

quanto mi manca...
mi mancano i tempi in cui andavo lì 3 mesi e c'erano i diluvi estivi, le passeggiate nella macchia, i pic-nic, le casette costruite in giardino come tende degli indiani e quelle costruite sui meli per ripararci dalla pioggia...
quando andavamo a giocare con gli stivali nel fiume, quando facevamo i compiti delle vacanze controvoglia, quando dovevamo attraversare mezzo paese per fare la spesa e ci vergognavamo, quando prendevamo la scusa per andare a prendere l'acqua e buttare la spazzatura per uscire dal cancello di casa... quando aspettavamo con impazienza le feste di paese, per uscire di sera e andare a giocare con gli altri ragazzini...

che tempi...!

giovedì 2 luglio 2009

"ciclone" a roma...

oggi niente foto di fulmini, le batterie della macchinetta non mi hanno assistito... capita... ciò non vuol dire che non ci sia stato no sfracello a Roma, anzi... ciò che si è scatenato dalle 5 e mezza del pomeriggio in poi è stato anche peggio!!!

se ieri ci siam goduti un po' d'acqua dal cielo, oggi sembrava di stare nel mare in burrasca, iniziato con folate di vento e fulmini, continuato con visibilità bassissima e tanto tanto frastuono, culminato con meloni di grandine a vento diretti sul vetro... a quel punto non abbiamo potuto fare altro che tirare giù le persiane e attendere dentro la grancassa che era diventata la stanza che passasse la sfuriata... e più che avere l'acqua che filtra da sotto la finestra, di danni non ve ne sono stati.

A quel punto, fattasi una certa, spiovutasi la pioggia, incamminomi a casa. sotto al CNR ritraggo 'sto lago:


Nel tragitto dentro l'università e fino a viale ippocrate mi accompagna un arcobaleno (doppio) molto scenico sulle nuvole nere (quelle che stavano facendo sfracelli a frosinone).

Passo dunque da trony, euronics o come diavolo si chiama, ma non trovo le batterie ricaricabili. Allora onepiece, naruto, bad boys3 e berserk alle nuvole per consolarmi.

Torno a casa e trovo: cartello del portiere "SONO IN TERRAZZO", arrivo sulle scale e "shtòk - shtòk" gocce dal tetto a terra dentro al vano dell'ascensore, entro a casa e lollo mi annuncia che sta passando il pomeriggio abbracciato al water (senza peraltro essersi sbronzato prima)...

fine pomeriggio intensa!!!

mercoledì 1 luglio 2009

tuoni e fulmini, quelli seri

allora, (come diceva la mia insegnante della 5a elementare, non si inizia un discorso con "allora")...
allora, tanto perchè non si dica che sono un cazzarone, oggi pomeriggio non stato inerme a godermi la bufera che ha colpito la Capitale.

Dalla mia posizione privilegiata (5o piano con vista sui castelli) ho potuto, nonostante stessi comunque lavorando (questo per brunetta), monitorare la situazione meteo, constatare che stava arrivando il delirio, e, verso le 17, quando la perturbazione si è affacciata in zona Verano, ho acchiappato la mia misera canon A570 che mi porto sempre appresso, l'ho poggiata sul davanzale della finestra e...

...abbassata la sensibilità del sensore, messa la messa a fuoco a infinito, tempo di scatto medio-lungo, raffica di 10 scatti per volta (massimo concessomi da mamma canon)...

...foto ai fulmini!!!

430 foto totali, di queste in 8 c'è "cascato" un fulmine, e fra le 8 eccone tre notevoli:



stavolta la risoluzione è migliore dell'ultima volta!