sabato 18 luglio 2009

Coraline

cinema Andromeda, sala 3d, si vede Coraline!

Appuntamento alla Metro bBattistini per le 19.30, verso le 19.40, tutti (io, eri e Sara) presenti, ci avviamo su via battistini... ma nella direzione sbagliata!!

Ripresa la concezione spazio-tempo con l'ausilio dell'acquisto di un quarto di pizza bianca farcito ed un pezzo di pizza formaggio e prosciutto cotto (in eccesso rispetto alle capacità diegli stomaci), di avviamo ed arriviamo alfine al cinema!

Paghiamo l'esoso dazio (ten pleuris), compriamo una pepsi e due bottijette d'acqua (for digestion's sake), attendiamo brevemente, consegno un documento, e... ci danno li occhialini!!

Gli occhiali sono degli affaroni plasticosi abbastanza spigolosi, decisamente anni 80, con lenti dai riflessi iridati, che a portarle danno un certo che di ray charles; sono pensate per essere portate sopra agli occhiali da vista, ma senza si vede ovviamente meglio.

Sala semivuota (e ci sta bene), dietro di noi mamma con due bambini under 5. Evidentemente la mamma non ha letto alcuna recensione del film, che infatti è decisamente inquietante e pauroso (non è stato proposto a Marica proprio per questo motivo).

Partono gli spot, poi i trailer, poi... trailer 3D del prossimo era glaciale (3? 4? mah)! ...gli spettatori evitano con fatica di prendere una musata dal tirannosauro.

Poi parte il film! Atmosfere da Tim Burton, storia di Neil Gaiman... Musiche bellissime, decisamente da vedere! Il 3D non è decisamente fondamentale, anzi, passato l'elemento novità in effetti mi ha stancato un po'... Era più che altro una distrazione nella visione del film. L'unica scena veramente fatta per il 3D è quando all'inizio un ago tesse una tela, e viene veramente in avanti in maniera esagerata! Per il resto niente di speciale, ogni tanto anzi andava a nero per una frazione di secondo (cambio di bobina?) e il 3d sfarfallava per i secondi seguenti...

I due bambini dietro a noi sono passati da un gioioso divertimento per la novità ("mamma, coraline mi è venuta vicino", "mamma che bbbel ggiardino!!"), alla perplessità ("anvedi che tette enormi quella!!", e noi e la madre a sghignazzare), al terrore verso la fine... ma tutto sommato tutto bene.

Ultimo frame del film, la scritta: “Per chi può capire: Animale”... io li per li ho ipotizzato fosse uan sorta di chiave per un concorso, ed in effetti ora leggo qui che era un concorso, ma americano! e in italiano lo hanno tradotto... chissà perchè!

7 commenti:

  1. ahahah, perché sono degli idioti e non si sono andati ad informare...

    RispondiElimina
  2. io sono arrivata puntuale puntuaaaleee!!!
    cmq era l'era glaciale 3 e l'ago era veramente fichissimo!!! :D

    RispondiElimina
  3. oh, ma io l'ho visto! :-P
    e ben prima di voi! tiè!
    ma non in 3-D :-(

    cmq si, michele ogni tanto saltava sulla poltrona!!

    RispondiElimina
  4. No daaai non era così pauroso! Hihi, ma del resto dall'amicone del cuore di Tim Burton che ci si poteva aspettare?
    Bello il gatto nero...
    Leggetevi il romanzo se vi è piaciuto, ci sono alcune piccole differenze. ;-)

    RispondiElimina
  5. AH! io avevo sentito dire da sara (a nn mi ricordo chi di lavoro) che era andata a vederlo (e, se nn sbaglio, in 3D), e invece entrambe siete andate! brave!
    Ma almeno vi è piaciuto? a noi si...
    però certo non è per bambini, anche se va ammesso che quei due piccoletti dietro di noi l'han presa fin troppo bene!

    RispondiElimina