mercoledì 15 luglio 2009

Fatti casuali da ritrovi balneari

pensieri e fattarelli accaduti in una missione+vacanza iniziata con uno sciopero e terminata... con uno sciopero(e me sa che allora so io...)!

quando sulla spiaggia, nella perfetta media che ogni 5 vede arrivare un vù cumprà od omologo, arriva il rumeno che espone il caso strappalacrime della figlia che ha qualcosa ad un polmone e qualcos'altro all'altro... quando, che peccato!, la descrizione viene interrotta... dal fastidioso trillo polifonico del suo cellulare... ti viene da pensare... se proprio vuoi fare pena, non dico di spegnerlo, ma almeno... il profilo silenzioso!

quando il burino toscano (truzzo in dialetto), con la sua ancora + burina mini, per fare inversione sul lungomare occupa la pista ciclabile proprio quando ci sto passando io; in cambio si sente dire in un dialetto che non é il suo "aò, bravo, proprio in mezzo al cazzo".

quando passi accanto al lettone rifatto dei tuoi e ci vedi un bozzo sotto le coperte... E scopri che quel bozzo altro non é che il gatto, a pancia insù, che dorme beato...

quando ti trovi alla stazione di Viareggio (a 200 m dal disastro), mezz'ora prima del tuo (ipotetico e postulato) treno, in pieno sciopero, e ci sono due cinesi ed un rumeno. I cinesi scrutano il monitor, il rumeno (burinissimo e tiratissimo ma socievole), chiede: dove andate? La cinoragazza risponde (molto incerta):
Pelato... Palato.
Si volta verso il ragazzo, che divertito e con fare cinocoatto dice:
Plato!
A quel punto il rumeno capisce ed esclama con una r rotantissima:
Aaaa, Prato!
(e dove andranno mai due cinesi alla stazione di viareggio...), erre che fa girare e ridere la cinese. Il rumeno prova a spiegare che devono prendere il bus fino a lucca... il treno non fa ancora quella tratta... ma... i due cinesi non afferrano. Arriva poi una vecchia cinese che con una frase cinese che conteneva un suono tipo "autobuswa" scatena una corsa di cinesi verso le scale. E forse verso i bus... forse...

1 commento: