lunedì 30 novembre 2009

eppur si muove...

È in ritardo solo di qualche anno sulla tabella di marcia, ma almeno qualche cambiamento dall'ultima volta si nota!!!

sabato 28 novembre 2009

merende d'altri tempi...

Sara (che ha sempre tanto tempo libero =) ha scovato questo sondaggio fichissimo sul sito del mulino bianco:
http://www.nelmulinochevorrei.it/sondaggio.html

fanno votare il prodotto del passato che vorresti (vorremmo) più rivedere prodotto!!

mmmh, fra biricche, soldini e bomboloni non so proprio che scegliere!!!!!!

ma invece i trancini, che ho sempre odiato finchè non ne ho immerso un nel latte, nienteeeeeeeeeee?

mercoledì 25 novembre 2009

tutto è bene quel che viene spedito bene...

Ok, posto che la sola finestra "tutto il papa minuto per minuto" basterebbe ad adorarli, i paguri sono anche gli autori del fumetto che ha come protagonista DonZauker.

Va da sè che quando hanno annunciato l'uscita e la distribuzione del fumettazzo nuovo per posta, con dedica inclusa, non ho aspettato neanche un secondo a comprarlo; visto e considerato che le spese per la spedizione vengono smezzate per un ordine doppio, ho subito fatto salire sul carrozzone Rick che ha aderito con entusiasmo.

"Dai, fai opera di proselitismo, aiutaci a diffondere il Verbo.", dicono i vati sul loro blog. Ed eccomi qui.

Posso dire che già solo seguire le travagliate vicende della spedizione dei due sprovveduti val bene una messa! Seguirle poi sapendo di essere coinvolto direttamente dalle vicende, ha reso il tutto solo che più divertente!

Vi elenco le fasi qui di seguito (che consiglio di leggere):

Avviso a Tutti: nel quale i nostri scoprono con amarezza di essere tre bei... diciamo wurstel, constatano che le buste sono troppo piccole per la spedizione, e mandano strali a quanti, dimenticatisi di chiedere la dedica, hanno mandato mail riparatorie (io sono in regola ghghhg);

Telenovela: dove i nostri, aiutati da un contributo video dei bengentili Squallòr (vedi poi), enarrano le peripezie faticose che li vede soli contro tutte le sfighe. Arriveranno poi a mandare amiche e parenti a comperare buste dal tabaccaio di sotto pur di cominciare le spedizioni. Morale della favola, lunedì (16 novembre) si iniziano le spedizioni!


Campane a Festa: il 17 novembre finalmente i nostri fanno la spedizione! Citando dalle loro stesse maninine scriventi:
"FINALMENTE sono partite le spedizioni! Le prime 70 buste sono in viaggio verso casa vostra (o delle vostre mamme, ci teniamo a ricordarlo sempre)."
E in effetti la profezia non può essere più vera! L'indirizzo di spedizione è quello di mamma :P!

Si arriva dunque a ieri, quando il pacco, udite udite, arriva!!

Poco fa son giunto a scartarlo, e a leggere la dedica, che sbraco!!!

Presto (dopo che lo leggo) vi dico com'è!

martedì 24 novembre 2009

sempre nel cuore

...

you and me
we are destined
you'll agree
to spend the rest of our lives with each other
the rest of our days like two lovers
forever - yeah - forever

my bijou

...



domenica 22 novembre 2009

E se al posto della luna...

Io lo sapevo! Seguire Attivissimo non solo fa sì che si abbia una bella raccolta di link da mandare indietro all'amico fesso che ti gira la mail bufala del '98 ("ma magari veramente la micro$oft mi da i soldi" e roba del genere), ma spesso tira fuori delle chicche niente male!
L'ultima è qui (e la copio spudoratamente).

Cus'è?!? Molto semplicemente, è come apparirebbe la Terra se avesse gli anelli!



Dopo i primi secondi in cui si vedono le immagini classiche dallo spazio, dove quindi al centro degli anelli invece di una pallina giallastra c'è una pallina bluastra, cambia il punto di vista, e si scende a terra... che dire, spettacolare!

L'atmosfera che mi ha evocato è stata subito quella di un qualcosa alla cowboy bebop... non so perchè, forse la scelta del brano di accompagnamento, forse perchè, in maniera simile a cowboy bebop, il mondo non è poi tanto differente da come è oggi, a parte qualche differenza veramente evidente (qui.. gli anelli!!).

Ad una prima vista ho giusto notato un errorino commesso dall'autore, che nell'immagine con l'ayers rock lascia sul cielo anche... la luna! Vabbè, gliela si può passare, via!

Scrivendo il post, son andato a leggere il post precedente del summenzionato Attivissimo, e... c'era linkato questo: http://www.youtube.com/3d

Altra cosa spettacolare!!!

sabato 21 novembre 2009

un sabato mattina per negozzi..

sì, per negoz(z)i!

Un sabato di novembre (oggi), complice una magnifica ottobrata (ah, i cambiamenti climatici), s'esce per negozi. gG (io) è in rigorosi pantaloncini corti!

Appena usciti da casa, verso le 10.15, in giro vedo solo persone intabarrate in giacche invernali... che non abbiano guardato la temperatura esterna ma solo il giorno dell'anno? Mah... noi, incuranti dell'anameteorismo, ci avviamo verso la golf.

1a tappa: deposito dell'AMA: dopo aver percorso tutta tutta la togliatti, alle 11 arriviamo al deposito dell'AMA e consegnamo il defunto pc portatile di Eri (quello distrutto da Sara). L'operazione è rapida ed indolore, io rimango qualche minuto in macchina e poi ripartiamo verso la tuscolana. In macchina Eri e Sara mi descrivono la scenetta che si para davanti a quelli che si avvicinano al centro raccolta rifiuti AMA: non appena qualcuno si avvicina per buttare qualcosa, un gruppetto di zingari si avvicina e gli chiede cosa stiano buttando, e prende praticamente tutto... almeno fanno il riuso!!!

2a tappa: fumetteria! Come ogni gita in zona tuscolana che si rispetti, passiamo in fumetteria, e ne usciamo dopo un bel po' di tempo con una carrettata di fumetti (come al solito!!!) io per parte mia compero un numero di 100 bullets, uno di rat-man e l'ultimo di sandman.

3a tappa: dolceria! C'è una bella pasticceria nell'isolato di fronte alla fumetteria, dove una signora enorme e con dei bei baffetti folti (d'aspetto decisamente siciliano) ci mette svogliatamente in un vassoio due bei maritozzi con la panna ed una sfogliatella: olè!! Per contrasto, ci saluta in maniera calorosa.. evidentemente aveva i cavoli suoi!

4a tappa: cazzuto! O cassuto (cossuto?) che dir si voglia: un mega-magazzino che vende qualsiasi cosa a poco prezzo ricavato nei sotterranei di un normalissimo palazzo residenziale. Sostanzialmente si parla di una serie di scaffali alti 3 metri pieni stipati di roba, a una distanza l'uno dall'altro che credo la 626 vacilli... Qui viene effettuata una spesa isterica, che alla fine ci vede uscire con la catena per la moto (bù), degli addobbi natalizi, roba per la casa (mi rifornisco di carta iggienica), na teglietta, due bustoni stipati insomma. La cosa divertente è il contrasto fra me in pantaloncini corti e la busta con gli addobbi di natale!!!

Usciti da cossuto, ci mangiamo le paste di cui alla 3a tappa, seduti su una panchinetta vicino alla macchina: sulla panchina accanto, un barbone.... si fa la barba!! con un rasoio elettrico a batteria... non ci sono + i barboni di una volta....

5a tappa: eurospin! Tocca anche magnà, quindi si va da eurospin a torrenova, dove usciamo con tre bustoni de robba...

Alla fine si arriva a casa Eri che sono quasi le tre!!!!

giovedì 19 novembre 2009

gGiovedì pomerigGio

Oggi da lavoro so uscito alle 13 (forse sono sceso sotto le 500 ore fatte in + in due anni e mezzo? non credo....), passo a casa da mammà a magnà er filetto al pepe verde colle patatine, e poi (ragione per l'uscita presta)... son andato a fare la lezzzzione di moto!

La cosa carina è che ci son arrivato colla monster (bù).. ma siccome non ci posso fare l'esame (poco sterzo), son andato a provare il circuito con la moto della scuola guida (un bmw molto grosso). Quando il tipo (dovbrebbe essere l'istruttore) ha visto che arrivavo con la monster, m'ha dato la moto, m'ha detto che la differenza con la monster è che bisogna girare il manubrio tantissimo (e infatti pare de sta a fa areobica), e s'è messo a fare le sue telefonate per tutta la durata dei miei giri.

Che ho fatto? sostanzialmente il circuito (che riporto nella mappa):

Visualizza esamoto in una mappa di dimensioni maggiori
Googlemap non mi sta dietro, e quindi la parte in basso a sx (che è lo slalom iniziale) è dritta invece di essere zigzagata. L'otto invece rende benissimo!

How did it go? direi bene, l'otto ogni tanto me se spegne il catorcione, ma pace, mi segno all'esame e via così! Finiti i 20 minuti scendo dalla poltrona bmw e risalgo su qualcosa di serio. Tappa alle poste, dove il tizio dice che manco a lui è attivo il trabiccolino coi numeretti per fare le operazioni online (annamo bene), tappa a casa, prendo l'assicurazione che m'ero scordato, tappa a casa di mamma (dove metto su mp3 le tracce del gruppo di mifrat.) ed arriva Eri, che accompagnerò dalla doctress.

Facciamo tappa da Marinari perchè c'è bisogno di cioccolata, e prendiamo 8 mignon:
2 profiterol (boni);
1 sacher (bono ma troppa marmellata);
1 cannolino cioccolato e panna (bono, mi dicono);
2 tazzine di cioccolato con dentro crema di cappuccino (bono pure questo).

Usciti da marinari, guardiamo dall'altra parte della strada e.... HANNO APERTO UNA CIOCCOLATERIA!!!!! AAAAAAAAAAAH e noi per il cioccolato siamo andati da marinari.... vabbè, cmq ci ha detto bene! Si fa la visita (con annesso show del pupo della dottoressa che scombina mezzo studio), dò a Eri il box per l'hd del pc che sara ha distrutto, e poi tutti a casa!

La sera, eri monta l'ardisc a cuore aperto... Ecco il filmato che ho trovato per accompagnare l'operazione:


Ed infine:

Reika:
uhm, ok
si illumina
installazione driver!
operazione riuscita!

martedì 17 novembre 2009

chi passa qua sotto...

Mentre stavo nel panico da stampe, a3, rilega, correggi, ristampatutto, non rilegare spilla che fai prima, sento cagnara in strada...

chi sarà mai?

mi affaccio e c'è un cordone di poliziotti che cammina in mezzo alla strada in direzione piazzale aldo moro. A seguire camioncino col sound e un bel po' di giagazzi universitari; della colonna sonora ho potuto riconoscere:

rigurgito antifascista - 99 posse;
una canzone di ska francese che vorrei tanto sapere che è;
una canzonciella di buju banton;
le radici ca tieni - sud sound system;

intanto che porto giù le stampe, il corteo arriva in piazza, e ho modo collo scrauso cellulare di fare una foto:


AGG ore 13.00: anche repubblica ne parla: link

lunedì 16 novembre 2009

Un venerdì di paura

Nonostante i miei tentativi di uscire presto, non ci sono riuscito. Perciò verso le 17 esco (anche un po' forzatamente) dall'uff e vado alla fermata del 492. L'appuntamento con Eri è alla fermata vicino a piazza san Silvestro. Dopo un buon quarto d'ora arriva l'autobus mediamente pieno. In giro c'è traffico, ma non sembra niente di insolito per essere un venerdì pomeriggio.

Finchè... non arriviamo a piazza Indipendenza. Davanti a noi c'è un 310 con le quattro frecce. Tra me e me penso che si sia rotto: lo sorpasseremo subito. Invece il pilota si sporge un po' e rimane incolonnato. Mistero. Una signora, evidentemente praticadi code della posta, saldamente incollata al suo sedile, comincia a dire a voce alta cose tipo "ma sorpassalo!", "non vedi che è rotto!", il tu tto in modo veramente sgradevole. Poi però, nonostante la totale inutilità del soggetto, dice una cosa che non manco di annotare: la metro A è ferma.

...mmmmmh...

In 10 minuti facciamo si e no 5 metri. Una ragazza con un trolley dal fondo dell'autobus arriva dal guidatore e si fa aprire le porte, per non perdere il treno. Io a quel punto scendo con l'intenzione di avviarmi a piedi verso piazza S. Silvestro. Vedo allora il dramma: incolonnati davanti al 492 ci sono almeno 30 autobus, in fila per entrare nel capolinea di termini. Delirio!

Intanto sento Eri che intanto è arrivata a san silvestro, e ci riappuntiamo a piazza Barberini. Mi avvio dunque a piedi, e arrivato davanti alla feltrinelli di via Orlando, dove l'atmosfera è surreale: un mare di gente a piedi mi viene contro, le navette sostitutive della metro A sono stipate di persone, e l'agitazione si sente nell'aria.

Sembra quasi una evacuazione completa del centro di roma, tutti agitati ma stranamente senza panico, tutti verso una unica direzione (termini).

Il traffico ovviamente è impazzito, e mentre mi avvio per via del quirinale e poi per via quattro fontane le macchine sono una sopra l'altra, manco i motorini riescono passare (non che non ci provino).

A piazza Barberini c'è una serie di persone che si accalcano all'entrata della metro aspettando che riapra, casino a non finire alla fermata dei bus, e turisti che fanno l'aperitivo nei loro tavolini... alienante!!!

....morale della favola, si torna a casa mia a piedi! Tappa da Dagnino per consolarci, cena cinese per sfamarci, e bonanotte!

UPDATE:

ecco (per lisa) una simulazione della colonna degli autobus:

venerdì 13 novembre 2009

is it a bear?!?

Per ragioni più o meno di lavoro, mi sono trovato ad andare (con googlemaps :( ) alle Svalbard a vedere le foto aeree. La mia sorpresa è che le immagini sono a risoluzione relativamente buona, non certo come Roma o peggio ancora Parigi o Londra, ma comunque meglio di un pixel al Km.

L'idea (malata) che ho avuto subito dopo è stata: ma con questa bella risoluzione, si vedranno mica gli orsi polari? Posto che non so di che stagione sia stata fatta la foto (ma comunque non d'inverno, c'è luce!), e di conseguenza non so quanti ne girino, mi sono guardato un po' intorno, e sono capitato su questo punto:


View Larger Map

Che dite po' esse?

giovedì 12 novembre 2009

mail farlocche?

Ogni tanto, anche qui a lavoro, c'è il panico da spam. Quelle che fanno più paura sono quelle che hanno come mittente proprio la mail dell'utente impaurito.

E dagli a spiegare che no, il formato dell'email è gentile (leggasi fesso), ci puoi mettere tutto quel che vuoi e lui lo prende per buono. Per esempio ci si può mettere come mittente un indirizzo mail a piacere (basta che sia beneformato, cioè roba@roba.estensione_esistente).

Chiaramente la pratica, soprattutto in informatica, è sempre più esplicativa di qualsiasi racconto o sentito dire; ecco dunque un sito che permette di mandare mail spacciandosi per chicchèssia:

http://deadfake.com/Send.aspx

Chiaramente questo non garantisce l'anonimato, se mandate una qualche mail minatoria si può dai log del sito risalire al pc da cui l'avete fatto, però... tecnicamente se po' fa!

martedì 10 novembre 2009

la vita facile di linux

Iersera in una ventata casual-smanettona stavo guardando l'hardware del mio pc portatile, e segnavo come funzionante-non_funzionante le varie componenti hardware sul sito apposito di Fedora (smolts.org).

Mi sono incuriosito dell'affarino che va con il nome di:
ST LIS3LV02DL Accelerometer.

Cosa sarà mai? Scopro che è il sensore di movimento che serve a disattivare gli hard disk in caso di movimento in caso di caduta del pc, per parare i danni.

Che carino, mi dico, sarà supportato da linux? cerco brevemente su internèt e trovo il seguente filmato:


....va da se che penso: PURE IO!

spendo una buona ventina di minuti per cercare un driver adatto per Fedora, ma niente...
Ma a qualcuno funziona! Allora mi incaponisco e mi metto a leggere il modulo del kernel... e a quel punto scopro che... non solo il modulo è già installato, ma funziona anche correttamente!
Cosa fa? Converte il sensore di movimento in un joystick, e quindi... lancio neverball, gli imposto di usare i joystick, e tutto funziona! Out-of-the-box! Puntentissimo! 10 anni fa non riuscivi neanche ad installare linux in modalità grafica, oggi funziona praticamente tutto (a parte ciò che non vogliono farci funzionare).

olè!

sabato 7 novembre 2009

calatrava-rock!

stavo studiando inglese (di sabato pomeriggio, che tristezza) con gg che mi faceva ridere ogni 10 minuti (e infatti vado a rilento) e con la radio di sottofondo, radiorock
mentre stavamo chiaccherando sentiamo che parlano del ponte di Calatrava a Venezia...
uno parlava dell'umidità veneziana, un altro aveva da ridire sul fatto che ci stava cadendo...
guardo gg e gli dico "apri skype!"
si mette a ridere mentre mi cede il posto al pc.
in quel momento c'è la musica, poi passano la pubblicità. La cosa non mi turba, ho un pò da scrivere (ma poi faccio un riassunto e aggiungo immagine):

[17.39.38] Erika scrive:ciao vanessa. Anche io sono andata a venezia e, spinta dalla forte curiosità, sono salita appositamente su quel ponte. Non è vero che ci si cade (basta solo guardare dove si mettono i piedi, come con gli altri).

[17.42.22] Erika scrive:inoltre, non mi sembra tanto il caso di criticarlo: calatrava è famoso per le sue opere riconoscibili dal largo uso del bianco, mentre qui ha dimostrato un grande rispetto per l'architettura italiana (il rosso di venezia è abbastanza famoso)
[17.43.20] Erika scrive:ultima cosa: le spalle su cui appoggia la struttura in acciaio (rossa) è in cemento, quindi non subisce particolare danno con l'umidità veneziana
[17.43.25] Erika scrive: ;)

mi legge in diretta... gg mi guarda ed esclama a grandi risate "ma che pedante!"
e io "mannò, è veroo!"

e intanto la ringrazio per avermi letta...
[17.45.12] Erika scrive:(bow)

scrivo questo post per quella rincoglionita di mia sorella che non ha sentito Vanessa leggermi a tutto il mondo di RadioRock!

google wave

...cos'è google wave?!
Fino a pochi giorni fa la mia risposta più probabile ad una domanda del genere sarebbe satata "la nuova cosa figa di google". Siccome, un po' come gmela, siamo nella primissima fase ad inviti, non avevo accesso al summenzionato.

Poi Tom [10 giorni fa (grazie!)] mi ha molto cortesemente invitato, e... martedì scorso sono entrato!

...si ma quindi cos'è google wave?
è una "nuova" piattaforma di comunicazione!
cioè?
cioè succede questo: quando sei in chat con qualcuno, ogni partecipante ha sul proprio pc una copia della chat. Quando viene inviato un messaggio, viene inviato ad ogni partecipante ed aggiunto alla copia locale della chat su ogni pc.

Succede quindi che se in una chat multipla viene aggiunto qualcuno, riceverà tutti i messaggi successivi al suo ingresso in chat.

Wave no: la copia della chat (una wave), è una, memorizzata sul server di google. Quando si manda un messaggio (blip), rimane memorizzato li. Quando si aggiunge un partecipante, accede anche al resto della wave (se autorizzato; si può far leggere solo una parte di ciò che è già scritto). Si può a questo punto modificare i messaggi precedenti, e tutti vedranno in diretta le modifiche apportate da altri!!!

...tutto qui?
sul protocollo abbastanza si. La cosa divertente è che il fatto che ci sia una sola copia aumenta l'interattività degli utenti. E' perciò possibile scrivere a n mani un documento controllando in diretta le modifiche apportate dai partecipanti.

A parte il cambio di filosofia, sono state sviluppate delle librerie che permettono di sviluppare gadget divertentissime e potentissime. La rete ne è già piena, ma ciò che mi sono chiesto stamattina è....

come diavolo si installano?!?!?!?
per fortuna leggendo le istruzioni qui:
http://completewaveguide.com/guide/Wave_Gadgets#Install_a_Gadget_Extension
ho imparato che per installare le estensioni, si deve installare l'estensione che le fa installare(ARGH).

...mo ci provo!

venerdì 6 novembre 2009

Come installare il telecomando HSTNN-PRO7 su linux

with a little help from https://bugzilla.redhat.com/show_bug.cgi?id=492558, http://www.malex.org/archives/2006/09/linux-media-center-fai-da-te-7-il-telecomando/, http://old.nabble.com/HP-Pavilion-dv5-RC-configuration-%28and-more%29-td25079025.html

Tanto per cominciare, bisogna installare il driver di gestione del telecomando, cioè lirc:

yum install lirc

Come configurare lirc? Non ci si capisce molto Esiste un tool di configurazione per gnome, che però ho trovato molto più complicato che la soluzione terminale/vi. Il problema è che sulla documentazione ufficiale non ho trovato ben chiaro scritto cosa va messo dove. Allora grazie ai link che ho trovato, capisco che:
  • serve un file che mappi i segnali del telecomando e lo colleghi a comandi del sistema. Questo si può fare lanciando da terminale il comando irrecord con opzioni esotiche. Per fortuna ho trovato anche un anima pia (terzo link lì in alto) che ha già configurato il telecomando e ha messo online il tutto:

    #
    # this config file was automatically generated
    # using lirc-0.8.6-CVS(default) on Thu Aug 20 01:15:04 2009
    #
    # contributed by Giuseppe Bilotta
    #
    # brand: HP Pavilion dv5
    # model no. of remote control: HSTNN-PRO7
    # devices being controlled by this remote: HP Pavilion dv5
    #

    begin remote

    name HP_Pavilion
    bits 8
    flags RC6|CONST_LENGTH
    eps 30
    aeps 100

    header 2740 860
    one 482 420
    zero 482 420
    pre_data_bits 29
    pre_data 0x37FF07B
    gap 110890
    toggle_bit_mask 0x8000
    rc6_mask 0x100000000

    begin codes
    KEY_POWER 0xF3
    # DVD MENU
    KEY_DVD 0xDB
    # 'Q' key
    KEY_MEDIA 0x7F
    # MONITOR SWITCH
    KEY_DISPLAYTOGGLE 0x7E
    # Windows Media Center
    KEY_PROG2 0xF2
    # PAGE DOWN
    KEY_PAGEUP 0xED
    # PAGE UP
    KEY_PAGEDOWN 0xEC
    # STOP
    KEY_STOPCD 0xE6
    # REWIND
    KEY_REWIND 0xEA
    # PLAY / PAUSE
    KEY_PLAYPAUSE 0x91
    # FF
    KEY_FASTFORWARD 0xEB
    # SKIP BACK
    KEY_PREVIOUSSONG 0xE4
    # (up)
    KEY_UP 0xE1
    # SKIP FWD
    KEY_NEXTSONG 0xE5
    # (left)
    KEY_LEFT 0xDF
    # OK / ENTER
    KEY_ENTER 0xDD
    # (right)
    KEY_RIGHT 0xDE
    # BACK / UNDO
    KEY_ESC 0xDC
    # (down)
    KEY_DOWN 0xE0
    # 'i'
    KEY_INFO 0xF0
    # VOL +
    KEY_VOLUMEDOWN 0xEE
    # MUTE
    KEY_MUTE 0xF1
    # VOL -
    KEY_VOLUMEUP 0xEF
    end codes

    end remote

    Per testare che il file funzioni, basta lanciare da root il comando lircd fileconf. Con lircd attivo (va in background), il comando irw mostra sullo stdout i comandi del telecomando. Una volta che siamo sicuri che il file di configurazione sia funzionante, lo si deve copiare in /etc/lircd.conf dove il servizio lirc si aspetta di trovarlo;

  • serve poi che lirc vada a leggersi il device giusto, e questo lo si dice nel file /etc/sysconfig/lirc. Lo apro e modifico la riga relativa in modo che diventi:
    LIRCD_OPTIONS="-d /dev/lirc0 -u"

    cioè -d /dev/lirc0 vuol dire che il telecomando è mappato da linux (o chi per lui) in /dev/lirc0. -u significa che i comandi dati al telecomando devono andare direttamente al sistema (si potrebbe fare diversamente e configurarlo per ogni programma, ma... a chi je va?). il file /etc/sysconfig/lirc diventa dunque:

    # Note: in addition to these parameters, you need to have working -*- sh -*-
    # configuration file for lircd (and lircmd if enabled).
    # Options to lircd(8). Typically, this will be empty, as which driver to use
    # should be specified using the LIRC_DRIVER variable below.
    LIRCD_OPTIONS="-d /dev/lirc0 -u"

    # The infrared receiver (and/or transmitter) driver to be used by lircd(8),
    # similar to passing "-H driver" to lircd(8).
    # Run "/usr/sbin/lircd -H help" to get a listing of supported drivers.
    LIRC_DRIVER=""

    # Which lirc device will be used by lircd(8).
    # This is the same as passing "-d device" to lircd.
    # An empty value will use the default /dev/lirc device.
    LIRC_DEVICE=""

    # If "yes", the init script will try to start lircmd(8) too.
    ENABLE_LIRCMD="no"

    # Options to lircmd(8).
    LIRCMD_OPTIONS=""'''<<BR>> '''

Ciò fatto si abilita il servizio a partire all'avvio, e i giochi sono fatti. SElinux protesta perchè lircd vuole blah blah nella posizione blah blah. È un problema noto e dovrebbe essere risolto in uno dei prossimi update, per adesso il mio SElinux è su permissive, quindi pace.

giovedì 5 novembre 2009

gG basisce: .....city jungle... :(

Sarah mi fa:
"senti,
ti va di mettere nel tuo blog una notizia?"
Prima ancora che mi possa mettere a scrivere "chi/come/cosa/perchè?",mi rimbalza il link:
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/09_novembre_4/ragazza_travolta_taxi_muore-1601958764754.shtml
e mi si sloga la mascella...
il titolo basta a sè stesso: "Ciclista 28enne investita e uccisa
travolta da un taxi al Colosseo".

Poi il perchè Sarah me lo chiarisce: "non ne parla praticamente nessuno..."

Si potrà dire che erano le due di notte, si potrà dire che era straniera e nn ce frega niente, che semo fasci e famo il tifo pei taxi, che una Ceca di notte in bicicletta è una barzelletta vecchia, però... magari era una buona scusa per smettere di parlare del fesso che s'è fatto pescare coll'affare in buchi dell'altro continente, ma temo che ancora non ci siamo arrivati...

Domenica scorsa c'era il blocco dei mezzi inquinanti, ma fino a quando uscire in bicicletta vorrà dire rischiare la vita (e infatti purtroppo non l'ho mai preso in considerazione, a Roma), a che può servire?

gG basisce: le giostre!

quando: stamattina
dove: strisce pedonali accanto al parcheggio dei motorini a piazzale aldo moro, vicino all'entratona della sapienza
chi: giovane (~35) madre e figlio tre-enne mano nella mano, che camminano nella direzione opposta alla mia

cosa: vedo il bambino, sveglio e abbastanza gasato, che indica l'entrata della sapienza tutto contento, ma non sento che cosa dice.

Sento però cosa risponde la mamma: "ma no, non ci sono giostre lì"

...beata innocenza, altro che giostre! Anche se a pensarci bene, se il trend di serietà dell'uni. rimanesse costante, per quando arriverà lui a frequentarla forse le giostre ci saranno....

mercoledì 4 novembre 2009

il signor g(G)

Stasera, prima di cena, attacco il pc allo stereo, metto un po' di musica in random, e mi preparo a leggere un paio di fumetti.

Poi... temporeggio un attimo per provare a installare il telecomandino del portatile su linux (fail!), e... lo shuffle mi serve la 17 traccia di "Il signor G", il signor G muore....

E a quel punto, ho sentito l'irresistibile urgenza di sentire tutto l'album, e... che bello!


Il fatto che sia registrato live aggiunge l'atmosfera da cantastorie che rende Gaber unico, la cosa bella è come riesce a distruggere ogni luogo comune italiota... peccato che quasi 40 anni dopo l'uscita di questo disco, i difetti siano esattamente i medesimi... anzi, qualcuno s'è aggiunto!

*aggiunta delle 23.00* PS, il telecomando ora funziona!