venerdì 29 maggio 2009

2 giugno: w/end lungo!

olè! tra poco si parte per il w/end lungo! Oltretutto oggi s'è uscito anche prestino, presa la macchina, cucinato cena (cuscus freddo con pisellini pancetta e maisssssssss), pulito pentole, ora faccio la borsa, che manca? mmmh, vediamo un po'...

...

...

...
...
...
ah già! Eri che esce dal lavoro!! ora? non pervenuta....

martedì 26 maggio 2009

padre valerio

penso a lui e vedo bellezza
penso a lui e vedo tutto il bene del mondo
penso a lui e alla sua saggezza
penso a lui e alle sue sofferenze
penso a lui...
e forse dovrei pensare di ispirarmi davvero a tutto ciò che rappresenta per me

domenica 24 maggio 2009

Daniel opened his eyes and wasn't sure where he was

There was a fantastic garden around him.
He got up and suddenly heard a lot of voices.
Behind some short trees he saw a little group of animals.
There was a bird, a cat, two mice and one dog. They were arguing about... chess!
Near him, infact, there was a chess board and its pieces. Those were as tall as animals and were waiting for the final decision with their arms crossed.
Daniel went nearer to listen better.
The Castle said to him: "Daniel, you must take a decision!"
The other pieces suddenly cried: "Daniel! Daniel!"
He finally woke up: his friend Bob was shaking him: "Daniel! You fell asleep in the middle of the match!!"

cena biuste

Ieri in preda a due parallele frenesie ("che ci famo pe cena" e "dovemo magnà la ricotta che-sennò-se-butta") abbiam fatto (courtesy of giallozafferano) due ricette, uno specio di strudol cogli spinaci:

e dei biuste molto fallici con panino annesso:

buuuuurp

martedì 19 maggio 2009

bonsai, again

no, non me lo sono scordato, il("i", in realtà) bonsai è (sono...uff) ancora vivo e lotta (lottano... enno, basta!) con noi!
Dopo l'ultima strage e gli spostamenti, le tre piante superstiti nel vasettino sono cresciute rigogliose, dopo 16 giorni apparivano così:

qui notate anche che per non incasinare troppo il davanzale il vasetto l'ho appoggiato in un vasone che prima gli stava accanto.

Ovviamente le radici delle tre eroine non hanno aspettato un attimo a passare attraverso il buchino di drenaggio del vasettino e a provare ad andare nella terra sottostante, ma non credo che glielo permetterò.

Con il passare dei giorni anche le esiliate sono venute su bene, e dopo un mese e 11 giorni (chepoisarebbe stasera) la foresta che è diventato il vasettino+vaso appare così:

è possibile notare che la piantina di sinistra delle tre è stata appena mozzata da me... che sadicamente comincio a torturarle...

a volte per quanto piccoli...

i desideri non sono realizzabili...

sigh

domenica 17 maggio 2009

vota Vincenzo - Spareggio?

Carissimi,
vi chiedo un'ultimo sforzo. Ben due foto sono a parimerito...
Sarebbero le seguenti:


allora, vi chiedo: facciamo uno spareggio (e allora: quale?) o le metto entrambe in cucina?
Commentate commentate commentate!

mercoledì 13 maggio 2009

7/9

7/9 sono arrivati... slurp...

coccinella

Maglietta verde a maniche corte (made in decathlon), transito come tutte le mattine dentro alla città universitaria, entrando da viale regina elena.

giro la testa verso sinistra e con la coda dell'occhio noto qualcosa sulla mia spalla...

Un clandestino! Era lì posata una coccinella che evidentemente aveva scambiato la mia spalla di verde vestita per qualcosa di più vegetale. Con mossa rapida e decisa faccio si che salti in groppa alla mano destra, e continuo a camminare verso "il palazzo".

Il passaggio da verde a rosa non ha sortito evidentemente troppo disturbo, visto che l'insetto ha scorrazzato a lungo e avrebbe anche continuato, se non fosse che di portarlo a lavoro non mi sembrava il caso, essendo, lui sì, nato libero, e quindi... arrivato al corridoio pergolato davanti al vef che tanto si dice porti jella a chi non è laureato, profittando di una foglia molto verde e anche molto più vegetale di me, ho lasciato il clandestino al suo destino...

...altro che respingimenti...

martedì 12 maggio 2009

analisys

Mi capita sempre più spesso di sentire amici e colleghi, più o meno coetanei, che, fatte le analisi, si trovano questo o quell'altro cavolo.

Siccome io in generale me ne frego totalmente di come sto o di come non sto, m'è balenato in mente che forse dare una occhiata ai valori del sangue poteva comunque essere una cosa che un essere umano normale avrebbe fatto...

Mi sono fatto fare i pezzi di carta dal medico e via, per queste strade vieppiù inesplorate...

Tanto inesplorate che non mi ricordavo dov'era il posto dove l'ultima volta avevo fatto ste benedette analisi... Con due agili autobus sono arrivato a piazza Euclide, mi son un attimo orientato e... me so ricordato che lo studio delle analisi era a plaza unghèria (dove sarei arrivato con un semplice tram)! d'oh!

Per fortuna a Roma è estate, e dopo una passeggiata (in salita... al sole... a stomaco vuoto...), passato davanti all'Embassy oramai diventato cinema treddì, atteso l'infinito semaforo di piazza ungheria (sicuramente nella top-ten dei semafori più lunghi al mondo), sono arrivato dove volevo arrivare, cioè qui:


Il loco di per sè merita una descrizione a parte: è dove tutte le donne pariole vanno a farsi visitare quando sono incinte (e giustamente.. sta ai parioli...). ...mai luogo potrebbe essere più distante da me, ma con interesse antropologico è anche divertente osservare, un po' come allo zoo, una fauna tipo soap opera italiana in una location tipo clinica americana di fascia altissima.

Tra tutte queste persone abbronzate io, scaciatissimo, mi preparo a vivere il mio dramma personale: non so perchè, ma quando mi prelevano il sangue... plof.. svengo... Una bionda infermiera mi fa accomodare nello stanzino, prepara velocemente aghi e provette e io subito la avverto "guarda che svengo".

Lei allora mi ribatte "ah, allora ci sbrighiamo eh", mi mette il laccio emostrabico, inforca l'ago e io... distolgo lo sguardo che è meglio.

"chiudi il pugno". La bionda infermiera mi chiacchiera, chiedendomi come sia la pressione, se sta storia dello svenimento non sia una cosa pissicologica...

"ora apri il pugno", e il mio nono senso (non sto guardando) mi avverte che, chiacchierando chiacchierando, sta cambiando provetta.

passano pochi secondi, sento che armeggia e... vualà, tutto finito; quasi deluso, scopro di... non essere svenuto!

la bionda infermiera: "ma mo non è che mi svieni qui fuori?"
gG:"direi di no, ma per esserne più sicuro mi prendo uno di quei cioccolatini che ho visto nella ciotola qui fuori"

...e via a prendere il 3 che mi porta a lavoro...

domenica 10 maggio 2009

vota Vincenzo

Gentilissimi!
Sono qui lieta di rendervi partecipi al grande evento (forse unico) che mi ha vista in prima linea venerdì mattina a lavoro.
Scioccata da ciò che si è parato dinnanzi ai miei occhi, ho preso in mano il cell (solo quello avevo) e ho preso immediatamente testimonianza di un fatto (definito da tutti a studio) decisamente più unico che raro.
Ma andiamo dritti al dunque.
Chiedo il vostro aiuto sulla scelta di quella che sarà la foto che verrà appesa nella cucina (ops, scusate: sala ricreazione? ristoro? oddio, nn mi ricordo, vabbé...) dello Studio.
Per facilitarvi, vi mostrerò prima quello a cui siamo tutti abituati. Seguiranno le foto da votare, numerate.
Siate così gentili da lasciarmi il vostro commento, avete una settimana di tempo.

Vincenzo in versione ufficio-casual e in versione cantiere:


and finally... (rullo di tamburi)...
Vincenzo in versione riunione (mai visto così):
foto 1 - sistemiamo le ultime cose, sennò GP s'incavola se non funziona tutto bene


foto 2 - vabbé, ti accontento con 'sta foto, ma sbrigati (notare lo sguardo da "me la pagherai molto cara")


foto 3 - su gentile richiesta di Annie (a lei non dici niente, eh?)


foto 4 - torniamo sulle cose serie, che già siamo in ritardo!


foto 5 - sono pronto, ho tutto, anche la valigiona di GP... ma gli occhiali dove li avrò messi?


votate votate votate!

sabato 9 maggio 2009

rosa rosæ rosæ

Ecco a voi le rose:
la prima è una rosa abbastanza facilina, le pieghe sono le solite ma con un po' di maquillage finale viene carinala seconda è la rosa kawasaki (credo dal tipo che se l'è inventata), è abbastanza complicata da fare (na griglia ruotata di 22,5°), ma il risultato è molto più convincente (c'è anche la base verde ghgh). Da qualche parte ho anche un foglio dal quale ne ho ricavate quattro, chissà dove l'ho frullato....

giovedì 7 maggio 2009

urgente!

la spiego: queste sono le tipiche frasi che sentivi dire da AP (ora in viaggio per il mondo a "cercare lavoro", da ora in poi "Appo").
Scena: Marica va a parlare con Vittorio (l'arch. che sta nella stessa stanza) e appo li interrompe (ripetutamente) con la storia che doveva chiedere una cosa "urgente urgente" a Marica. Lei che fa? Smette di parlare con Vittorio e va a sentire cosa voleva Appo di tanto pressante da lei.
Lui (camminando avanti e indietro come al solito) le fa: "è urgente è urgente, mi devi trovare delle cuffiette!" [per parlare su skype...]
E da quel giorno, per noi, quando Appo ha delle urgenze davvero urgenze (che non lo sono, ovviamente) le ribattezziamo in onore di quella scenetta
NB: ff ff! è il verso che fa, perché sciascica-biascica un pochettino...
:D

mercoledì 6 maggio 2009

urgente?

con una mia collega abbiamo giusto oggi definito dei livelli di urgenza lavorativa:

"non lo fare, non ce ne importa nulla"
"non posso, sono troppo impegnato"
"urgente urgente"
"marica marica!!! ff ff!!! è urgente è urgente!!! presto, mi devi trovare delle cuffiette!!!"

martedì 5 maggio 2009

drago

Siccome mi riescono benino, ogni tanto mi ci rimetto (sempre meno a dire la verità). Qualche mese fa mi son messo a fare un drago (qui lo schema) partendo da un A3, stando un pomeriggio a casa di Eri.

Tre ore di pieghe non mi sono bastate, sono arrivato più o meno a metà e ho trasferito armi e bagagli (foglio e schema, meglio) a casa dei miei, dove con altrettanto tempo.. ho terminato...
Il risultato eccolo in foto:
Devo dire che è venuto una figata... oltretutto è anche molto divertente da fare, più volte leggendo la piega successiva mi sono trovato a dire ad alta voce cose del tipo "oddio questo è pazzo" perchè propone pieghe veramente fantasiose.

Prima del drago mi ero impratichito a fare le rose (rosa kawasaki in primis), ma... le ho tutte distribuite in giro e quindi non ne ho a casa... una volta che ne recupero una la fotografo e la posto!

lunedì 4 maggio 2009

regali dal cielo

stamane il capo torna da una missione di qualche giorno all'estero (nel profondo nord del globo), e come è ovvio, s'è fatto un briefing di un paio d'ore al tavolino per raccordare le attività.

Detto tavolino ha accanto la scrivania del prode Roberto (che lavora in segreteria), e accanto ad essa un bel finestrone che da su Roma Est.

Discuti che discuti, ad un certo punto il mio sguardo si ferma un attimo sulla finestra, e con uno "splaàt" mi vedo comparire sul vetro na (con rispetto parlando) cagata di 20,5 cm (misurata).

..e siccome siamo multimediali... ecco la foto!!!

[update 15:39 del 5 maggio]
incredibile amisci, son venuti a pulire il vetro! e ovviamente oggi pomeriggio diluvia.....

domenica 3 maggio 2009

una jappocena

Poco meno di un annetto fa a casa mia Eri si è esibita in una, forse la prima, delle sue esibizione culinarie-makiesche....
Un po' di alga nori, un po' del riso giusto con sakè e aceto, del salmone affumicato (quello avevamo...), la stuoietta per avvolgerli... ed ecco il risultato!
e con salsa di soia e wasabi... olè!
per accompagno, due spaghettoni di riso con uovo germogli di soia e biuste.. e passa la paura! ecco un dettaglio della tavola imbandita: