lunedì 25 gennaio 2010

gG cena

ingredienti:
mezzo l'itro d'acqua;
150 grammi di toracini garofalo (si chiamano radiatori, ma sembrano toraci di scheletri...);
una zucchina (preferibilmente conservata in frigo per una settimana);
mezzo cipollotto (anch'esso con preferibilmente una settimana di frigo);
tre pomodorini (scaduti a luglio 2009 sarebbe perfetto)
un gG* d'olio;
un gG* di sale;
un po' di parmigiano grattugiato;
qualche goccia di olio piccantissimo (issimo).

Metto un gG* (vabbè mo lo tolgo st'asterisco) di acqua con quello d'olio nella padella, e ci metto i pomodorini tagliuzzati e la cipolla, facendo andare per qualche minuto a fuoco medio. Aggiungo dopo poco la zucchina tagliata a dadini, copro e lascio cuocere così.

Intanto metto l'acqua, la salo e la copro, e attendo fiducioso (nel frattempo si raccomanda di lavare i piatti della colazione di lollo nel w-end e tutto ciò che si sia sporcato fin qui).

Bolle l'acqua, metto i toracini, e aggiungo qualche goccia di olio che per 6 anni è stato a macerare dei peperoncini (e tanto basta per rendere tutto il piatto piccantissimo), abbasso e poi spengo il fuoco sotto al condimento.

Scolo, butto tutto in padella e salto per un paio di minuti. Butto tutto nel piatto dove già era presente il parmigiano grattugiato (importante! metterlo prima), e... mangio!

Non vi nascondo che farvi vedere il piatto di pasta sarebbe stata una implicita ammissione del fallimento della ricetta. Invece è venuta buona, e per questo ecco di seguito l'immagine che sono riuscito a scattare dopo la follia:
e poi buona digestione!!

*stufo dei "pugni" di qualcosa, di qualcos'altro "q.b.", non faccio finta di darvi indicazioni precise: un gG è quanto mi sono sentito io al momento.

Nessun commento:

Posta un commento