giovedì 4 febbraio 2010

bir&fud

dove: via Benedetta 23, Roma (cioè qui)
quando ci son stato: il 3 febbraio
come ho mangiato: bene, pizza e antipasti, ma soprattutto ottime birre
quanto si spende: a voler esagerare 30 euri, ma scoppi all'uscita
quando (se) ci torno: ci torno? massì, son passate delle cose dalla cucina che mi incuriosiscono troppo!

Accanto alla birreria Trilussa (che dal solito casino che ce sta davanti pare l'unica birreria de Roma), c'è una vetrinetta che è l'ingresso di Bir&Fud. Con Rick stasera siamo andati a testare con palato questa pizzeria che offre molte birre italiane alla spina.

Entriamo nel locale, e subito sulla sinistra c'è il bancone con le varie spine. Lo spillante ci chiede subito per pietà se ci chiudiamo dietro di noi la porta che sta morendo di freddo... Detto fatto, ci avviamo verso la cassiera, abbiamo prenotato, e Rick fa subito una carrambata: uno dei camerieri fa il dottorato al suo Istituto. Gioia e stupore, ci accompagnano al tavolo, dall'altra parte della sala, non grandissima, che comprende anche il bancone con il forno per le pizze. La sala tra l'altro ha il soffitto che pare... un piumone! Evidentemente è una sala decappottabile e l'estate la aprono.

Ci sediamo e diamo una occhiata al menù: scarno, di primi ci sono solo delle pappe al pomodoro e poi le pizze, ma... gli antipasti ci mettono veramente in difficoltà! Scegliamo un tris di antipasti, vale a dire tre differenti crocchettine di riso, una alla gricia (pancetta però, ahiahiahi), una alla amatriciana (come prima) ed una alla carbonara. Tutto sommato il bizzarro allestimento è piacevole. Poi, sempre di antip., ci smezziamo delle "fatatine" alla liquirizia. EEH? Si, sono patatine con sopra una spolverata di... liquerizia... Che dire... difficilmente ad un ristorante mi si aprono orizzonti così ampi per il mio futuro percorso di vita, ma devo dire che questa scoperta sarà un punto miliare! L'accostamento è strepitoso, anche la salsina di accompagnamento (sospettiamo pomodoro+zucchero+aceto, un "checiap" come scrivono sul menu) è spolverata di liquerizia e ci sta da favola!


Sorpresi e soddisfatti, attacchiamo poco dopo le pizze, due "trifolate", cioè funghi melanzane bufala e basilico. Altra foto, sempre di cellulare, ma si capisce che il soggetto merita!

Fin'ora vi ho descritto solo il Fud, ma io e Rick abbiamo apprezzato anche le Bir, due a testa (tanto mamma atac ci riporta a casa!):
Rick una reAle prima ed una Vù-dù poi, io una Panada prima ed una Bran poi. Entrambe le nostre prime scelte sono birre leggere, da pasto, poco amare ma molto saporite, sembravano quasi dei cocktail tanto era intenso l'aroma di frutta.
Le seconde scelte sono state due birre, la mia una scura simile alla Newcastle, con sapore, guarda un po', di liquerizia, quella di Rick una ambrata alla Franziskaner che non ha deluso.

Nel mentre ci passavano intorno degli antipasti fantascientifici, come ad esempio la melanzana stracotta che diventa quasi un purè o le varie bruschette, oltre a quelli dai nomi assurdi come ad esempio arancina meccanica...

Devo dunque dire che per quello che abbiamo mangiato è valsa ampiamente la pena, potrebbe valere la pena bissare per concentrarsi sugli antipasti bizzarri e la pappa al pomodoro, rimanendo così relativamente leggeri...

questo risto è segnato sull'apposita mappa.

2 commenti:

  1. La cosa piacevole di questo posto e' che le birre sono esclusivamente di produzione artigianale italiana, quindi crude non pastorizzate e alla spina...ne abbiam provate quattro sulla dozzina abbondante che c'era sul menu', quindi merita un approfondimento...

    Una altra cosa che mi ha sorpreso e' l'ottima qualita' della pasta della pizza, saporita e friabile pur essendo una pizza abbastanza spessa...

    Poi le patatine alla liquerizia son davvero una sorpresa...

    RispondiElimina
  2. Oltretutto sono anche molto gentili, hanno lasciato un tavolo appeso per un po' con i piatti (forse era finito ciò che avevano ordinato?), e quando se ne sono accorti si sono molto scusati e gli hanno offerto un paio di cose...

    È un comportamento quasi dovuto, però fa piacere in ogni caso!

    RispondiElimina