mercoledì 24 marzo 2010

che tristezza...

Stamattina ero alla fermata, come sempre.
Alla mia fermata, a quell'ora, solitamente sono l'unica con la pelle bianca.
C'è infatti un nutrito numero di stranieri (etiopi e via dicendo) che si è insediato nelle vicinanze e che prende i mezzi pubblici per spostarsi. I "bianchi", invece, vanno alla Metro con la macchina. Dovessero mai respirare la stessa aria di un non-bianco!

Perché dico questo?

Stamattina salgo sul bus e mi fermo lì dove trovo posto. Dietro di me salgono un paio di questi ragazzi, che mi 'sorpassano' e vanno a sedersi nelle vicinanze.

"che schifo"

la signora vicino a me, incappottata, sciarpa bianca, occhialoni alla moda, con tuta nera e scarpe da ginnastica, truccatissima alle 6.40... una signora che avrà tra i 50 e i 60anni...
la guardo bene, le vedo gli occhi attraverso gli occhiali scuri

ha lo sguardo pieno di disprezzo, le sue labbra sono ancora nella smorfia che ancor di più dà risalto alle parole pronunciate prima...

la guardo con durezza, lei si aspettava forse che le dessi ragione?
avrei voluto dirle che LEI mi faceva schifo e non dei ragazzi di colore!
le ho letto il disappunto per nn aver trovato appoggio in me.

l'ho vista scendere 2 fermate dopo di me... è scesa e si è diretta dalla parte della facoltà di giurisprudenza e del centro commerciale. Ho pensato: alle 6.45 lì cosa ci vai a fare? A lavoro, presumo, visto che non è la prima volta che ti vedo scendere a quella fermata. E in cosa ti differenzi da quelle persone?
L'ho vista piazzarsi vicino le porte, tenendosi a debita distanza da chiunque non fosse di carnagione chiara. L'ho vista guardarsi intorno. E' scesa e si è allontanata tranquilla e beata nella sua ignoranza...

e ho pensato "ma c'è ancora tutta questa gente così razzista? ma razzista per cosa? con che diritto?"
siamo nel 2010... ancora stiamo messi così? ANCORA?
che tristezza...

e poi le ho augurato, mentalmente, una buona giornata:

FOTTITI, STRONZA!

3 commenti:

  1. beh, adesso va di moda....

    cmq potevi dirglielo, "sarà lei che fa schifo!"

    RispondiElimina
  2. è che non sono stata tempestiva!
    sono rimasta abbastanza stupita da questa cosa...
    non me l'aspettavo proprio!

    presa in contropiede non sono stata veloce a sufficienza per risponderle a tono...

    RispondiElimina
  3. ma infatti si, che tristezza.....

    ora non c'entra niente, ma mi hai fatto ricordare che un giorno che andavo all'universita' a fare lo scritto dell'esame di stato ed ero vestita "stile marica di altri tempi" mi ero fermata sul bus vicino a una signora seduta, stile questa qui che hai descritto te.
    beh, mi ha squadrata dalla testa ai piedi, si e' alzata e si e' andata a sedere in un altro posto lontano da me... ci sono rimasta di un male :-(
    figuriamoci come deve essere subire tutti i giorni discriminazioni di questo tipo.... oltre alla difficolta' di vivere in un paese straniero...

    RispondiElimina