mercoledì 28 dicembre 2011

Concerto dei CartoonHeroes

Un qualche sabato scorso (10 giorni fa all'incirca) sera un coraggioso distaccamento della classe di jappo, composto dalle 4E (che qualcuno dice stia per esaurite) e da me, si è recato presso l'aula studio dell'auditorium per assistere al concerto dei CartoonHeroes.

La serata parte in grande stile natalizio: punta alle 20 all'auditorium, ritirati i biglietti prenotati a tempo debito, mangiamo alle bancarelle natalizie subito fuori all'auditorium; io mi sparo 'na biretta natalizia (un po' acre vieppiù) e na pizzetta bianca natalizia colla porchetta natalizia (very kurisumasu - クリスマス), eri un arancino (natalizio) e poi na ciambellona fritta zuccherosa (e natalizia) delle dimensioni di quelle che si usano per scendere i toboga (natalizi anch'essi).

Rinfrancati nel corpo, andiamo a rinfrancarci nello spirito. Ci avviamo verso la sala studio, e nel tragitto scruto con curiosità le persone che stanno entrando. Io mi aspettavo persone di età media più o meno quella mia e di eri (ergo in un intorno dei 30 anni), invece entriamo proprio insieme ad un gruppo di persone che come media di età stanno più sui 70... Poi ragazzi, e molti genitori con bimbi.

Entriamo, e sul piccolo palco ci sono sì molti microfoni, ma anche degli strumenti. Suonano dal vivo dunque!! Ci sediamo (le 4E si separano, maledetto sistema di prenotazioni automatico), e attendiamo l'inizio. Siamo in quarta fila (come qui), ma davanti non ci sono sedili, e quindi me posso sbracà come voglio, olè! La sala è stracolma, per la cronaca.

A un certo punto si alza dalla prima fila proprio davanti a noi uno un po' gnappo del tutto simile a questo qui sulla sinistra. Và sul palco, prova a sedersi su uno sgabello, poi torna sulla prima fila e dice qualcosa ai vicini, tipo che no, non è così alto come pensava...

E nella mia testa passano iniziano a lampeggiare immagini di eros di pollon e krusty il clown, è il doppiatore!!

Poco dopo, si parte con l'introduzione di un ragazzo che, ehm, non ho idea cosa doppi nella vita, forse fa solo "la voce", ed entrano in scena!

A cantare sono tanti (7?) fra cui due sore Cenciarelli, due dei raggi fotonici (il terzo suona la chitarra), il cantante di jeeg robot (Douglas Meakin) il cantante della sigla di kenshiro (Claudio Maioli), la cantante di lady oscar (Clara Serina).

Più un altro chitarrista, due alle percussioni, e un bassista.

Tanti microfoni sul palco, molti strumenti... parte il primo pezzo, annunciato proprio dal puffo doppiatore di cui sopra, e... panico, nun se sente gnente, una chitarra sparata in primo piano il resto lo intuisci sul labbiale..

Tempo un paio di pezzi e per fortuna il fonico ne viene a capo, e posso anche io mettermi a sentire il concerto.

I presentatori dei brani sono, come avrete intuito, tutti doppiatori storici dei cartoni. Dopo "krusty", è arrivato accolto da gran fomento il doppiatore di mr. X (e di happosai), seguito dopo una manciata di brani dalla doppiatrice di Cenerentola, che ricevuto il giusto tributo (e tripudio) solo quando ha iniziato a parlare come Lisa... na Lisa che parla in romanaccio ancora ce mancava ^_^

E tutto sto ben di dio era solo fra un brano e l'altro, troppo divertente l'ape magà fatta a marcetta con le due cenciarelli a dare il ritmo, gran commozione su lady oscar, e tutto il pubblico a cantare quando era il turno di Sanpei. E tanta gioia se quando una canna piena di magia, noi la facciamo reggae ^_^.


Di amenità in amenità, con alla voce il cantante dei Raggi Fotonici, viene anche eseguita la sigla di Lamù. Eri a fine concerto trova il coraggio ('glielo vai a chiedere tuuu?', ma non esiste), di andare dal cantante dei raggi fotonici a chiedere se sia lui il misterioso e ignoto cantante della sigla. E no, conferma che non è lui, che il mistero è talmente misterioso che manco la SIAE sa chi sia stato a cantarla (aho riuscisse a esse mai utile sta ペニス de SIAE), e che i diritti per adesso sono "parcheggiati" in loro possesso per le esibizioni live. Da notare la doppiatrice di lamù, elegante signora con quasi tutte le caratteristiche di lamù ma OPPOSTE, che accompagna la canzone a suon di "tesoruccioooooooo".

Di seguito una videolist completa di tutti i brani eseguiti durante la serata (che risponde anche a questo link oltre che partire qua sotto), a cura di due delle E (エヴァ e エリ):

Accanto a noi avevamo un gruppo di genitori + bambini. Suddetti bambini prima che iniziasse il concerto stavano, con sacro terrore di eri, facendo un discreto casino. Iniziato il concerto hanno passato un'ora e mezza con la bocca aperta a guardare verso il palco... spettacolare!!

E l'analisi antropologica della serata si conclude così: quel gruppo di persone di età media più alta del resto erano secondo me parenti e amici degli esibendi, i ~30enni erano quelli "giusti" (sentivano le canzoni da piccoli e mo se le risentono), i genitori con bambini... beh loro hanno sicuramente usato la scusa dei pupi per venire al concerto che volevano vedere loro!!!!

sabato 24 dicembre 2011

Soufflè al formaggio

Per la cena della vigilia (si, proprio per la cena di 2 ore fa) abbiamo deciso di prepararci qualcosa di carino e particolare: il soufflè!

Abbiamo seguito la ricetta di giallozafferano, con le nostre consuete varianti (leggi: quello che avevamo in frigo).

Ingredienti
50 g di farina
40 g di burro
3 uova
200 ml di latte
150 di formaggio fresco filante (tipo galbanino)
150 g di parmigiano grattuggiato
cubetti di prosciutto cotto
sale q.b.



Fate sciogliere il burro a fuoco lento. Aggiungete la farina mescolandola fino a quando non si sarà perfettamente incorporata. Aggiungete il latte e un pizzico di sale: mescolate fino a far addensare il tutto.
Togliete dal fuoco: aggiungete alla besciamella ancora calda il parmigiano grattuggiato e il formaggio fresco a cubetti. Mescolate insieme ai 3 tuorli.


Aggiungete i cubetti di prosciutto. Montate a parte gli albumi a neve e aggiungeteli delicatamente al composto:


Non avendo tanti piccoli stampini, abbiamo optato per uno stampo grande. Qui la scelta è personale e in base allo scodellame che avete in casa. L'importante è che lo stampo sia oliato e riempito solo per i 2/3 della sua capienza: questo perché il soufflè, come sapete tutti, tenderà a gonfiarsi di parecchio.


Cuocete in forno caldo a 160° per circa 35 minuti. Spegnete il forno e fate riposare per altri 2-3 minuti.
Servite caldo, prima che si freddi e "si sgonfi".

Non è bellino?


 
Ma soprattutto... quant'è buono!

canzoni di, ehm, natale!

...quelle che dico io, di canzoni di natale... mano mano che mi vengono in mente le aggiungo nella プレイリスト (purairisto) che segue qui:

24th december

venerdì 23 dicembre 2011

Torta Scacchiera 2 - la vendetta

Qui trovate la ricetta e tutti i passaggi.

Nell'affrontare per la seconda volta questo dolce, abbiamo deciso di apportare qualche leggera modifica:

1- Pan di spagna al cacao: alle 5 uova abbiamo aggiunto altri 2 tuorli. Il risultato? E' cresciuto meglio dell'altra volta, ma ancora non siamo allo stesso spessore di quello bianco.
Voto: rimandati.

2- Usare il quantitativo di crema pasticcera descritta nella ricetta (500 ml di latte), al quale aggiungere il doppio della crema chantilly (500 ml di panna fresca). Il risultato: siamo stati in grado di farcire meglio i ripiani, soprattutto perché dal pan di spagna bianco ho tirato fuori ben tre dischi.
Voto: promossi a pieni voti.

3- Piatto di appoggio. Sfortunatamente non abbiamo imparato niente dalla prima volta. E nel secondo tentativo, ci siam trovati ad arrangiarci nuovamente. Troveremo una base per dolci (ma che a me non piace) che faccia al caso nostro.
Voto: bocciati su tutta la linea.


4- Decorazioni. Nel primo tentativo, ci siam accontentati di un semplice rivestimento. Nel secondo, abbiamo "adornato" il machigno con meringhe alternate a ""roselline"" (che sembrano tutt'altro, ma sorvoliamo). Dovremmo studiare un rivestimento decente (con la pasta di zucchero, per es). Confesso di ammirare molto i dolci decorati, ma non sono minimamente interessata a farlo: preferisco pensare al ripieno! :-P
Voto:  -



23rd december

giovedì 22 dicembre 2011

22nd december


la citazione del giorno 1


Io ti potrei dare del figlio di madre ignota, di rotto nel posteriore, ti potrei mandare a fare nel medesimo; potrei fare appello anche ai tuoi morti, con l'eventuale partecipazione de' tu' nonno in carriola opzionale... e coinvolgere anche tua sorella, notoriamente incline allo smandrappo e all'uso improprio della bocca... e allargà il discorso a quel grandissimo toro seduto de' tu padre, a sua volta figlio di una città di cinque lettere cantata da Omero, che tu 'n sai manco chi era perchè sei ignorante... ARE YOU IGNORANT!


tratto dal film "Il tassinaro", 1983
daniel-san, ore 15.45

Rodrigo y Gabriela, free (legal) download!

Che so dei grandi lo sapete, che ce piaceno pure (qui e qui), tra un mesetto esce il nuovo albume, stamattina ho sentito una traccia su radiorock (credo tamacun) risuonata con una gran banda cubana, vado sul loro sito e c'è una traccia in free download!! Qui sotto vi metto sia il form per ottenerla anche voi, sia la chanzonne...

sabato 17 dicembre 2011

paranello 2, first impressions

eccoci allora, pubblica utilità (ovvero un commento troppo lungo che mi riciclo come post)!!!

Argomento: paranello dopo 2 giorni di utilizzo.

Se la valutazione la dovessi fare dallo zozzo che rimane dentro al paranello, allora direi che è ottima! Di zozzeria oggi ce ne stava un bel po', dopo che iersera era stato pulito.

Il lato negativo è che casa va "preparata", un po' come ci fosse un animale domestico in casa. Due esempi:
  • il tappeto in salotto ha le frange troppo lunghe, e quindi il paranello se le pappa mentre ci passa, fa due bip di terrore e si ferma;
  • le piantane del bagno sono alte direi 3 cm: paranello non le rileva, ci fa un pinnone sopra, una delle ruote non fa più presa e stesso copione, due bip di aiuto e stop.
Quindi tocca farci caso.

Ancora un lato positivo: riesce a tornare molto bene alla sua postazione. È un po' comico il fatto che se sta dall'altro pizzo di casa e con il telecomando (ottima portata tra l'altro) gli si dice: "vai a casa!", lui prende, va al primo spigolo che trova e si fa in senso antiorario tutta casa, finchè non vede "la luce" del led della sua basetta... grasse risate!

Dato che mi manca, perchè lo dobbiamo ancora testare sul medio periodo, è se passi veramente dappertutto. Ad esempio dopo la passata di stamattina sotto il letto c'è una strisciata di pulito e il resto è ancora peloso di polvere... Però io per adesso sono convinto che se si fa passare regolarmente, dai e dai, per l'ergodicità del piano, passssa ovunque!

17th december


mercoledì 14 dicembre 2011

Paranello

Il 9 novembre su groupon ho comprato lo sconto di questo robot.
L'offerta era tale che con gG ci siam detti massì, proviamolo. E proviamolo, allora.
Dopo averlo ordinato, ecco che più di un mese dopo (oggi) la portiera mi vede rincasare (una delle rare volte in cui arrivo prima che lei chiuda il portone e una delle rarissime volte in cui addirittura arrivo a casa prima di gG) e mi fa: "ci sono due pacchi!"
Uao, addirittura due pacchi! mi dico. Mi avvicino e mi porge un pacchettino piccolo, a nome di gG. E uno decisamente + ingombrante, a nome mio...  :P
Arrivata alla porta, sento qualcuno entrare dal portone... ed era gG!
che tempismo!

In casa giusto il tempo di cambiarci e metterci comodi che stiamo lì con taglierino e macchinetta alla mano!

Questo è l'unboxing di Paranello, il nostro nuovo animaletto elettronico di casa!

eccolo ancora nella sua seconda scatola
ta-daaan!
Lo abbiamo collegato al suo telecomandino, abbiamo controllato che funzionasse (a grandi linee) e lo abbiamo messo in carica



nel weekend lo testeremo!

14th december

sabato 10 dicembre 2011

3D chocolate tree

Ad ottobre sono andata al mio negozio di utensili per cucina preferito. Sto parlando di Peroni.
Quello che non sapevo era che durante l'estate avevano aperto un altro punto, sempre lì a piazza dell'Unità, di soli utensili per patisserie.
La prima volta stavano ancora allestendo gli scaffali. La settimana dopo già erano belli che avviati. E in quella seconda volta mi sono detta 'massì, è troppo carino!'
E ho comprato questo stampo.

Per l'occasione di una partita di D&D, ho deciso di sperimentarlo.

lo stampo, và che stampo!

cioccolato fondente

cioccolato bianco

lavoro di pazienza e precisione...

... che è durato giusto il tempo del cioccolato bianco...

strati alternati

due alberellini natalizi molto cioccolatosi!!!!



Per natale a mia sorella ho regalato (nel senso di già consegnato e scartato) home sweet home.

10th december

venerdì 9 dicembre 2011

9th december

Ama l'ama

Ama l'ama (jala?)

Oggi è successo. Son quei giorni che fai ponte ma sai che stavi molto più tranquillo se te ne andavi a lavoro....

Son quei giorni che scendi in cantina, cacci fori tutto, poi ti rendi conto che hai tirato fori troppa robba, ricacci dentro quella che puoi buttare al cassonetto, e cominci a fare la spola fra la cantina e la macchina.

Abbiamo tirato fuori, in ordine sparso:
  • un monitor di quelli fine anni novanta, saran stati 9 pollici, na schifezza che giusto all'isola ecologica può andare;
  • una stampante (fax?) di quelle ad aghi anche quella residuato bellico;
  • quattro (4!) bidoni di vernice vecchia;
  • un faldone di scartoffie lasciate in cantina vai a sapè te perchè;
  • uno scatolone pieno di barattoli di vernice e rubinetteria;
  • un cesso (water) chissà di quando, chissà di chi, ma soprattutto chissà perchè stava in cantina!!!
In più, perchè non ci abbastava, ci abbiamo aggiunto, di nostro:
  • un pc ex pentium III dopo che l'ho svuotato di tutto ciò che potesse avere un qualche anche pur ipotetico utilizzo;
  • un bidone di vernice avanzato dai lavori qui e ormai secco.

Abbiamo riempito tutta una macchina e un pezzo di un'altra (grazie sara) e ci siamo recati alla lieta isola ecologica dell'AMA, situata nel ridente spazio fra due rampe di salita sull'olimpica (che ottimizzazione!):

Con mio gran piacere siamo stati accolti da uno, poi due, poi tre, poi quattro... amanti? Vabbeh dipendenti dell'Ama, che ci hanno ben indirizzato su dove jettare le nostre masserizie nei differenti cassoni lì parcheggiati... butta via tutto, sciacquati le mani e via a casa!!

mercoledì 7 dicembre 2011

7th december

sconti su android!

per festeggiare i 10 biliosi bilioni (che poi son miliardi) di download (di cosa poi? di apk?), l'android market ha messo in vendita alcune applicazioni scontatissime, a 10 cent l'una...

https://market.android.com/details?id=apps_timed_promotion&feature=banner

....ecco l'elenco come appare a me, compresi gli acquisti fatti!