giovedì 31 marzo 2011

votate!

ci son due nuove bestioline a casa dei miei!!!
non abbiamo ancora i nomi: ci son state alcune proposte e vi chiediamo un piccolo aiuto: ci aiutate a trovare i due nomi per le tartarughine?

il sondaggio lo trovate dopo i post (qui)

grazie a tutti


(mia sorella è veterinaria, ma non morde e non contagia, tranquilli...)

dov'è adam?

ha camminato fino a hong kong e ora sta... a hong kong per l'appunto...
se continua a fare 300 km al giorno nn affittamo +!

Date Time Location Status
31 Mar 2011 14:24:56 Hong Kong Shipment Received At Transit Point.
30 Mar 2011 16:29:00 Xiamen Shipment In Transit.
30 Mar 2011 10:22:00 Ciampino Airport Pre Arrival Clearance Started
29 Mar 2011 16:41:13 Xiamen Shipment In Transit.

insomma, ecco il percorso so far

View where's my Adam in a larger map

update delle 16: è partito:
31 Mar 2011 16:53:39 Hong Kong Shipment In Transit.

mercoledì 30 marzo 2011

T.N.T. (I'm Dynamite)


ma anche T.N.T. mi spedisce il notionink, quindi mi chiamano, mi chiedono il codice fiscale, mi annunciano che devo pagare lo sdoganamento, ed ecco l'aggiornamento della consegna:
DateTimeLocationStatus
30 Mar 2011 16:29:00 Xiamen Shipment In Transit. 
30 Mar 2011 10:22:00 Ciampino Airport Pre Arrival Clearance Started 
29 Mar 2011 16:41:13 Xiamen Shipment In Transit. 

martedì 29 marzo 2011

Advanced Shipping Notification

Dopo l'about your adam, non era arrivata alcun'altra comunicazione, nè via web, nè via mail... via gnente insomma...

Ieri invece s'è rianimato il blog, e m'è arrivata anche la promessa mail di avvenuta spedizione dell'oggetto!!!

Perchè questo ritardo? Perchè avevano commesso un errore nel compilare il sistema operativo, che di fatto... non risultava più tanto operativo! Ne hanno approfittato per mettere uno sticker proteggi-schermo, che apprezziamo. Almeno, il post è stato pubblicato quando tutti i preordini fossero stati inviati (direi apprezzabile).

Insomma, per farla breve, ora il coso sta qui:
29 Mar 201116:41:13XiamenShipment In Transit.

sabato 26 marzo 2011

the blogs, they are a-changin'

Proviamoci, va... cambiamo un po' lo stile del blog!
partiamo con questo predefinito che vedete e vediamo che ne esce... piano piano perchè non è che si faccia solo quello, vedremo!!

giovedì 24 marzo 2011

Ludovico Einaudi

Mercole siamo andati con buù al concerto di Ludovico Einaudi, alla sala grande dell'auditorium.

Avendo comprato i biglietti un secolo fa, avevamo dei buoni posti centrali, certo non vicini al piano come quelli sulle gradinate del coro, ma almeno con delle belle poltrone comode (vd. dopo). Oltretutto è fantastico comprare i biglietti online e ritirarli senza na virgola di fila, lì al botteghino...

Come mi era già capitato, non ho portato nè macchinetta fotografica nè altro, confidando nella buona volontà di altri più appassionati di me, e nelle ricerche con google... visto che tutubo mantiene bene i copyright, e che linko la pagina delle immagini che prendo a prestito, direi che se po' fa....

Il concerto era previsto per le 21, e, come ogni evento a Roma, alle nove ancora la sala era mezza vuota.

Verso le nove e un quarto, la sala finalmente quasi piena, le luci cominciano ad affievolirsi. Qualche fila dietro di me, trambusto. Mi volto, e l'antipatica maschera bionda, evidentemente incrudita da anni di questo lavoro, addita (giustamente) in malo modo alcuni convenuti:

"dovete liberare i posti 8, 10, 14, e anche 12". Pausa nella quale non sento la risposta delle persone sedute.

"perchè non sono i vostri!".
Dopo poco:
"veloci! che lo spettacolo inizia".

...che lavoraccio però...

I portoghesi fanno spazio a coloro che avevano pagato quei posti, e il concerto inzia.

Ecco dunque come appariva la sala durante l'esecuzione:
Dei giochi di luce molto belli accompagnavano l'esecuzione di ogni brano, illuminando sia il palco attorno al piano, sia il soffitto a tartaruga, creando un'atmosfera onirica veramente affascinante...

Ecco, onirica...

Apro una parentesi:
(
Quando Eri si addorme, mi chiede spesso di mettere un po' di musica. Ho notato con stupore e rammarico che non posso mettere nè AC/DCPantera, non so bene perchè, ma che Einaudi funziona bene...
...chiudo parentesi
)

dicevo, onirica... mi dicono dalla regia che la persona accanto a me da circa il secondo brano ha avuto fatica a tenere aperti gli occhi.. roonf... vabè, magari ce lo spiega meglio nei commenti.

Ecco uno spezzone di uno dei primi brani:

Un concerto di musica classica, soprattutto quando c'è un solo strumento solista, ancorchè a fine marzo, non può prescindere da una ben nota e spesso fastidiosa consuetudine: LA TOSSE!!

apro un'altra parentesi:
{
la sala santa cecilia ha 2700 posti. Se ogni spettatore facesse un solo colpo di tosse in un secondo differente dagli altri, avremmo, ovviamente, 2700 secondi di colpi di tosse continuativi, cioè 45 minuti di tosse!!! Effettivamente molte poche persone avevano la tosse, ma ci vuol poco per rompere...
la richiudo:
}

Altra semi-inciviltà (di cui alla fine usufruisco linkandone qualcuna) sono le foto col flash. Ma alla fine avere questo mare di capocce nell'oscurità davanti a me, con un pianoforte illuminato al centro, e luci di vari colori attorno, con dei flash e dei colpi di tosse, mi faceva pensare ad una burrasca sul mare fra lampi e tuoni...

Il prode Einaudi ha iniziato i bisse con il pezzo che conosciamo meglio, nuvole bianche. Ecco una ripresa decente in audio, ma il cui video sembra girato da Shun Di di Virtua Fighter, di questo e del bisse successivo.

In conclusione gran bel concerto, la sala è perfetta per godersi ogni singola sfumatura di colore delle note del pianoforte (anche se sui fortissimi mi sembrava di sentire una strana ruvidità di rumore), eccezzionale veramente Einaudi, e tutti a casa!
clapclapclapclapclap

martedì 22 marzo 2011

road to tortino

Ok, la necessità è di ridurre e alleggerire gli ingredienti. perciò toglio la pasta sfoglia/briseè, e faccio tutto con le zucchine.

Il contenitore quindi per l'appunto di zucchine.
Un po' di legante con del formaggetto...
e poi inserisco altre zucchine precedentemente spadellate, con un ovetto a far da collante:
Tutto in forno na ventina di minuti, e poi fori. ecco le risultè:
l'idea era poi di capovolgerlo, per vedere l'effetto che fa, ma, ehm... sbrenf...

ecco come si presenta... la forma rimane, ma mica tanto!!!!
però, forma o non forma, s'è lassato magnà... bravo!

lunedì 21 marzo 2011

primavera

capperi!

siamo già alla primavera 2011???


ma da quand'è che han sfogliato in avanti le pagine del calendario?

domenica 20 marzo 2011

Cena univ

Ieri sera abbiamo avuto per cena due miei colleghi dell'Univ: Davide e Giusy, con le rispettive dolci metà, Beatrice e Rupok.

Memori delle altre cene troppo "provanti" per la digestione, abbiamo deciso per un menù + leggero. Nonostante le buoni intenzioni, a fine cena eravamo tutti parecchio pieni.
:-P

Cosa si è mangiato?
Antipasti: rustici cum wurstel
Primo: amatriciana
Secondo: polpettone e patate al forno
Dolce: rotolo di nutella

Il polpettone ci ha visti senza esperienza. Abbiamo trovato un paio di ricette online e ne abbiamo scelta una. Adattandola alle nostre esigenze, ovviamente.


Come potete notare, abbiamo messo fettine di pancetta e abbiamo realizzato un "rotolo" di polpettone. E' venuto bello morbidoso all'interno, non pesante e giusto di sale. Diciamo pure che è stato un successo! (e vabbene, ammettiamolo: non era poi così difficile...)
Abbiamo aggiunto le patate come contorno, che non ci stanno mai male.

Siccome non potevamo usare i formaggi per via di un'allergia di uno dei commensali, abbiamo dovuto rinunciare al cheesecake (sigh!) e scegliere un altro dolce. Abbiamo deciso di riporvare a fare il rotolo di nutella (qui la ricetta).
Realizzare il pan di spagna è veramente banale. Non riesco a credere che sia così semplice!
E, infatti, uno sguardo al forno mi ha fatta sbiancare:

AAAAAAARGHHH: s'è tutto gonfiato!
Però, appena tirato fuori, s'è livellato da solo... Phiuuu!

 

Com'è andata la serata?
Io direi bene: mi son divertita, sono stata contentissima di vederli dopo tanto tempo!
Abbiamo chiaccherato del più e del meno, ma soprattutto abbiamo parlato del lavoro di noi 3 ingegneri (ommioddio, una serata in cui parlavano solo ingegneri? no, per fortuna no... :-P )
Verso le 23.30 Giusy e Rupok sono fuggiti perché erano dipendenti dai mezzi pubblici. Peccato, avrei volentieri prolungato la serata. E, infatti, Davide e la sua impareggiabile chiacchera (altro che Beatrice...) ci han accompaganto fino alle 3 passate!
E' stata una bella serata, grazie a tutti!


giovedì 17 marzo 2011

ridiamoci su !?

Cito da Spinoza:

Terremoto in Giappone. L’attimo, la terra che tremò.




E, visto che tanto alcuni di voi la staranno canticchiando, ve la ripropongo:



Nb:
lo so, non è bello ridere dinnanzi a tali catastrofi... ma non posso negare di essermi piegata in due!!!
complimenti a darlene

Viva l'Italia!

Oggi, 17 marzo 2011, festeggiamo il

150° Anniversario dell'Unità d'Italia


Come tutti sanno (o possono leggere sul sito del Quirinale), il testo de Il Canto degli Italiani è stato scritto dal famoso poeta Goffredo Mameli e musicato da Michele Novaro.


Fratelli d'Italia,
l'Italia s'è desta;
dell'elmo di Scipio
s'è cinta la testa.
Dov'è la Vittoria?
Le porga la chioma;
ché schiava di Roma
Iddio la creò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Noi siamo da secoli
calpesti, derisi,
perché non siam popolo,
perché siam divisi.
Raccolgaci un'unica
bandiera, una speme:
di fonderci insieme
già l'ora suonò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Uniamoci, amiamoci;
l'unione e l'amore
rivelano ai popoli
le vie del Signore.
Giuriamo far libero
il suolo natio:
uniti, per Dio,
chi vincer ci può?

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Dall'Alpe a Sicilia,
dovunque è Legnano;
ogn'uom di Ferruccio
ha il core e la mano;
i bimbi d'Italia
si chiaman Balilla;
il suon d'ogni squilla
i Vespri suonò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Son giunchi che piegano
le spade vendute;
già l'aquila d'Austria
le penne ha perdute.
Il sangue d'Italia
e il sangue Polacco
bevé col Cosacco, ma il cor le bruciò.

Stringiamci a coorte!
Siam pronti alla morte;
Italia chiamò.

Per una migliore comprensione del testo, potete leggere qui
Per lo spartito dell'inno, qui (andate in fondo alla pagina)


Per concludere, siccome mi piace un sacco, vi metto questa versione:

martedì 15 marzo 2011

11 maggio reprise: la numerologia

Niente, non c'è sondino che mi piaccia di più della cieca e barbara superstizione, per comprendere la società.

E allora mi sono ancora un po' lambiccato il cefrone sull'argomento 11 maggio.

E mi sono chiesto per quale diavolo di motivo un signore rispettabile ma con una passione innata sia per l'astrologgia che per la geologia abbia avuto in mente la data dell'11 maggio 2011 per profetizzare un teremoto a Roma (Prati eh, mica tutta Roma). Cioè, perchè il 2011??

Allora scrivo la data:
11/05/2011
e siccome sono povero di spirito, la penso scritta con quei bei caratteroni degli orologi digitali vintèig , un po' così:

E mi accorgo, come anche voi sicuramente, che se uno toglie le liete barrette (le / di riga 1), e scrive tutto di filato il nummero, l'11 maggio 2011 è un nummero specchiabile (riga 2 in figura, sicuramente i cabalistici avranno una parolina per definire questo numero, io nin la so).

Ma se io scrivo la data secondo la convenzione anglosassone? non torna più nulla (riga 3 in figura)!! Non parliamo del fatto che se andiamo a prendere altri calendari, quello ebraico, o quello musulmano, sicuro non torna niente... Quindi il terremoto dipende dalla nostra scelta di calendario? Tres bizarre!! E se Gregorio XIII decideva, invece di togliere il giorno bisestile gli anni dei centenari non divisibili per 4, che so, di fare l'anno con 6 mesi, di lunghezza variabile, la terra doveva aggiornare i terremoti previsti per le date specchiabili?

...ma mi facci il piacere, mi facci!

Il sondino per valutare la società che citavo all'inizio del post ci permette di aggiungere una passione alle altre due (geologia e astrolocabalismo) del nostro profeta: gli orologgi casio degli anni '70!!! (e infatti vi metto l'immagine di un orologio che non è ne casio ne anni '70)

sabato 12 marzo 2011

51 modi per salvarla

51 modi per salvarla è un manga di Usamaru Furuya del 2006.

Una docu-fiction in 5 volumi pubblicati dalla kappa edizioni che racconta, sotto la supervisione di Minoru Watanabe (giornalista specializzato in prevenzione delle calamità e gestione crisi), cosa accadrebbe se una scossa di terremoto di magnitudo 8.1 colpisse proprio la città di Tokyo.

Sulla quarta di copertina si legge: "Basandosi su una documentazione scientifica, Usamaru Furuya [...] ricostruisce meticolosamente ciò che accadrebbe realmente in una situazione del genere, presentando nel frattempo le tipologie umane e gli stereotipi della gioventù cittadina del Giappone odierno, a contatto con un evento di tali proporzioni."

I protagonisti sono due giovani ragazzi, ex compagni di scuola, che si incontrano per caso ad Obaida, la baia di Tokyo. Tempo di riconoscersi e di conoscere la nuova 'personalità' di entrambi che un boato precede quello che di lì a poco segnerà un notevole cambiamento nella loro vita e porterà a rivederne alcuni aspetti.

Non è un manga leggero. Anche il disegno (nonostante io non conosca altre opere dell'autore) è cupo e spesso angosciante, ma ben si adatta al tema trattato.
Ho imparato molte cose. Cose che in questi ultimi giorni mi son tornate spesso in mente visti i recenti fatti che han colpito proprio il Giappone. Certo, qui si parla di un epicentro sotto la capitale e non contempla l'arrivo di alcuno tsunami (anche se lo accenna). Ma non è questo il punto.
Lo scenario di devastazione e distruzione che si crea non solo materialmente ma anche e soprattutto nel cuore e nella mente delle persone è ciò che ricordo maggiormente di questa lettura.
Il panico di una folla, gli incendi, i mulinelli di fuoco, stupri e rapine, il disturbo post traumatico da stress (PTDS), la demagogia dei disastri, eventuali sette che approfittano dello stress emotivo delle persone e così via, il tutto spiegato non solo attraverso i nostri personaggi, ma anche con commenti "fuori campo" alle immagini e piccole schede alla fine di ogni volume.

Ho letto molti commenti negativi dei fan di Usamaru. Non posso contraddirli né confermarli.
Ognuno è libero di pensarla come vuole.

A me è piaciuto e ve lo consiglio.


Dal commento a fine opera dell'autore:
Il terremoto è un evento veramente spaventoso. [...] L'obiettivo non è di spaventarvi, ma nonostante tutto se saranno la paura e l'apprensione i sentimenti che vi faranno accostare a questa drammatica realtà, che vi costringeranno ad interessarvi alla cosa, allora ben vengano. Vorrà dire che questo manga sarà servito a qualcosa.

senza parole o quasi

gli strumenti misurano questo:

gli occhi questo

venerdì 11 marzo 2011

l'11 maggio...

Sarà una giornata di sole!!!

"...oddio, come lo sai?"
Beh se ci sono dei deficienti che pensano che uno pseudoscienziato stia prevedendo i terremoti, e che 40 anni fa ha battezzato l'11 di maggio come data per il terremoto a roma... a sto punto potrò pure io dire na stronzata sull'11 di maggio no?

È chiaro, essendo la terra al trigono con giove e avendo marte scappellato a destra con venere brematurata, le nuvole saranno come antani verso l'emisfero in opposizione con la bilancia, e quindi ci sarà bel tempo!
L'immagine direi che lo dimostra per certo! È tratta da questa paginetta, che non ho letto che per pochissimi brani, ivi compreso quello su padre Pio che n'antro po' me buttavo pe terra dalle risate...

PS: l'immagine è oltretutto una schematizzazione un bel po' grossolana, come è evidente, i pianeti non sono in scala nè tra loro nè con le distanze, e soprattutto non saranno allineati!! Chiunque abbia mai visto un planetario sa che le orbite sono tutte storte un po a casaccio, quindi quella retta, volendo immaginare che gli autori siano onesti, al massimo è una spezzata vista da una prospettiva paracula.
eh si, gG parla a vanvera, blahblahblah. e allora becchete il contributo video, da una simulazione di Celestia per l'11 maggio (tutti potete scaricare e verificare):
Il primo pezzo della riga gialla/rossa è una retta!! eh si, perchè marte e giupiter son lontani.. poi guardate quanto sono allineati gli altri pianetini... guardate pure quanto da questa prospettiva la retta marte-luna (che approssimo con la terra che tanto nun se vedrebbe) quanto è "parallela" con la spezzata dei pianeti...
E oltretutto uno si rende conto che poi c'è Saturno lì sopra solo soletto, che da solo basta a bilanciare la gravità degli sputi di pianeti che siamo noi con Marte Venere e Mercurio, e a rendere il quadro del sistema solare per l'11 maggio una normale configurazione di pianeti invece della bojata che vorrebbero far passare.

giovedì 10 marzo 2011

Frappe

Quest'anno mi son letteralmente persa Carnevale. Non ho visto bambini in giro mascherati e non essendo a casa con i miei non ho sentito mia madre parlare di frappe da 3 settimane prima di martedì grasso. Morale della favola, martedì 8 marzo scopro che è proprio martedì grasso (due feste in una).
Immediatamente mi parte la fissa: non si può passare un carnevale senza frappe!
Non si fa, dai...

Complice del fatto che gG era a casa (cosa che ha ripetuto anche oggi), ho cercato di sbrogliarmela da lavoro. Sono scappata (nono, proprio letteralmente: mi avreste dovuto vedere correre per il corridoio e per i 4 piani di scale) da studio, ho aspettato un'eternità alla fermata del tram (e te pareva), un salto alla sma a comprare quel che serviva (e ho pure sbagliato, come sempre quando vado di fretta), ed eccomi a casa alle 19, fomentatissima.

Ingredienti
500 gr di farina
30 gr di burro
1 uovo + 2 tuorli
3 cucchiai di zucchero
1 bicchiere di vino

Devo ammettere che la spianatoia mi ha un po' provata: ero abituata al tavolo in formica (accento sulla o, mi raccomando: non pensate ad un insetto gigante...) dove l'impasto non si attaccava mai e non assorbiva farina. Qui invece è stata una dura lotta! Diciamo che è finita 1-1 (basta vedere la seconda foto).


gG ha dato il suo massimo contributo ai fornelli, come sempre:


e mentre lui cuoceva (e spadellava per farle gonfiare, secondo il suggerimento di mamma), io zuccheravo... e mangiavo! :P
Essì, perché a me le frappe piacciono appena cotte: calde e morbide.

Come ci son venute? Bella domanda... presumo avessero 3 difettucci:
- il vino, ancora da capire se abbiamo usato un vino troppo scrauso o se ne abbiamo usato troppo: appena cotte sapevano fortemente di vino bianco
- il taglio delle frappe: c'è l'apposita rotellina ondulata. E io non l'avevo: mi son venute coi bordi dritti e compatti, sacrilegio!
- lo spessore: mi son venute troppo alte perché non son riuscita a spianare l'impasto con il matterello proprio perché più stendevo e più s'attaccava!

Nonostante tutto (migliorerò, si'ori e si'ori, lo prometto), le frappe sò venute bone. Meglio il giorno dopo, a dire il vero.
A gG son piaciute assai. Ed è questo ciò che più conta.

Crostata di crema con pinoli

Come per il rotolo di nutella, anche questa ricetta la devo ad una collega, Giuliana.
Ricordo ancora quando gliela vidi portare a studio: quel giorno annunciò l'arrivo del fratellino alla piccola Livia! :D
Ve la riporto para para a come me l'ha scritta. E a come l'ho preparata sabato sera per una cena con un'amica.

Ingredienti pasta frolla:
250 gr farina
125gr zucchero
125 gr  burro
1 tuorlo e 1 uovo

Ingredienti crema:
3 tuorli
100 gr zucchero
1/2 litro di latte
2 cucchiai di amido di mais

Per non sporcare (oltermodo) la cucina pulita la mattina, ho cercato di fare la pasta frolla direttamente nella ciotola. Non molto comodo, ammettiamolo: però non ho sporcato! :P
Per prima cosa ho sbattuto uova e zucchero. Poi è stato aggiunto il burro. E quando ho iniziato ad avere il braccio indolenzito era tutto bello e amalgamato. Ma non finisce qui: ho aggiunto infine la farina e allora sì che le braccia avevano avuto la loro bella dose di palestra settimanale!


Mentre io mi dedicavo alla pasta frolla, gG s'è cimentato nella crema:


Abbiamo lavorato in contemporanea per non far seccare/asciugare nessuna tra frolla e crema. In questa foto si vedono tutte e due nella loro splendida freschezza, appena unite:


A 5 minuti dalla fine della cottura (la solita mezz'ora a 180°) abbiamo aggiunto i pinoli.


Notate la zona + cotta? Lì ci si era gonfiata e sembrava un piccolo vulcano pronto a colar lava. Non abbiamo capito come mai sia successo tutto ciò.
Cmq, niente che una fantastica spolverata di zucchero a velo non possa riportare ad un aspetto presentabile, dignitoso e gustoso!

About your Adam

Ok, è da un po' di giorni che spizzo con un po' di avarizia il sito della notionink per avere notizie su quando mi spediscono l'adam...

ma c'è sempre la sibillina frase:
Estimated Shipping Date 3rd March to 10th March 2011

Nel dopopranzo stavo guardando ancora quella paginetta, e contemporaneamente mi guardavo un po' di statistiche di ordine/consegna su questa pagina, creata dalla comunità in adorante attesa.

Poi passo sul tab di gmail e.... appare questa mail!!!

Dear Customer

Greetings from Notion Ink!

We would like to inform you that we have started shipping your device from the 4th of March and will be dispatching them in batches until the 14th of March.

Please note that as a standard procedure, after the devices are dispatched from our factory, it takes upto 48 hours for transportation to the port, customs clearance before the shipments can be forwarded to international destinations.

You will be able to use your order number to track your Adam once our logistics partners process your order for dispatch. They will contact you about the same once this has been done.

We really appreciate your patience in this matter and we will keep you updated about the process.


Please note! For some countries including India, Russia and Japan, we are bound to follow alternate methods of shipping due to issues in Customs. We use EMS / German Post for Russia & Japan; and we use GATI for India. Thus, in these cases your order number might not work for tracking. We will update you with your tracking numbers within 48 hours after our logistics partners dispatch your orders.

If you require any assistance, please write to support@notionink.com

Warm Regards
Notion Ink


Che dire... qualcosa si muove... attendiamo!!!

martedì 8 marzo 2011

pubblica utilità....

Squilla il telefono di casa: o è mamma, o è eri (ma è in chat e quindi non vedo perchè chiamare), o so rogne (fastweb o bollette); mi alzo ben controvoglia e rispondo:

gG: "pronto?" e l'ingresso pieno di scatoloni rimbomba;

"Scusi, ma che il negozio è chiuso?"

ehm... "No, guardi, sbaglia numero, questa è una casa privata..."

"ah scusi"...click...

...bonasera!

domenica 6 marzo 2011

corsi e ricorsi della storia

Giusto un anno fa su questo blog scrivevo che eravamo fra gli ultimi a vedere Avatar.

E chiaramente non si può tornare indietro. Bisogna sempre migliorarsi. E quindi due settimane fa siamo stati fra gli ultimi a vedere Inception, mentre stasera abbiamo completato il ciclo in tempo in tempo per essere fra gli ultimi a vedere Shutter Island!

Siccome sicuramente qualcuno di voi non li ha ancora visti, e siccome non voglio fare come delos che scrive chi ha ucciso laura palmer, poi io lo leggo e non vedo più twin peaks che tanto ormai so come va a finire, vi dico solo i miei pareri, che sono: 

Inception è un film paraculissimo, effetti speciali molto belli, un team affiatato - prendete l'intero cast degli ultimi due Batman, regista incluso, sostituite l'attore principale e via - gran colonna sonora, un espediente di trama molto carino (sogni), ma... ma è paraculo, e quindi un po' di traballii di trama li nasconde sotto il tappeto, sotto cose spiegate male o soprattutto sotto il finale che mi ha fatto abbastanza irritare... grrr... cmq vale la pena vederlo. C'è da dire che alla fine del film ero fomentatissimo, ma il giorno dopo, ripensandoci, mi sono abbastanza girate...

Shutter Island è anch'esso paraculo, e molto. L'attore principale è il medesimo (leonarduccio di caprone), le facce che fa sono più o meno le stesse, le vicende personali quasi. Alcune scene sono girate veramente male, ma almeno il film è più onesto, durante il film qualche suggerimento su ciò che succede lo cogli, il finale è aperto, sì, aperto anche questo, ma si capisce è un bel finale!

Insomma, nonostante tutti quelli che sento hanno preferito Inception, a me è piaciuto più Shutter Island. Sarà che sono di palato più difficile per la fantascienza, però vince quello!!

Ecco un paio di frame dei film... ^_^
4 koma comic strip - What Do You Know about Inception?

4koma comic strip - Windows

firefox usa explorer?!?!?!

È un bellissimo sito, in parte perchè ha come obiettivo quello di preservare una specie in via di estinzione, e soprattutto perchè loro sono bellissimi!!!

ne avevo già parlato qui, in questo post: firefox, or the cuteness outside a browser

Altro scopo del sito è, ovviamente, quello di promuovere Firefox, ma stavolta il browser.

Oggi ci rifò un giro, viaggio fra le differenti telecamere, e... su una in particolare... C'È UN ERRORE DI EXPLORER!!
colmo dei colmi, l'explorer tanto bistrattato è forse quello che fa girare il sistema di trasmissione delle immagini dei Firefox?

...certo è anche vero che la discutibile e anti-aziendale scelta non sembra poi così efficace, visto che dà errore....

giovedì 3 marzo 2011

il meteo di oggi pome

il vate alle 15:29 gG prevede:

ore 15:39 (+10 min) arcobaleno
ore 15:44 (+15 min) diluvio

vi aggiorno se ci becco

[15:40] no, ha girato il vento.... pioverà sicuro, ma per ora niente archi ne baleni...

un viaggione dal passato al presente

seguendo l'odiato windows...

ma quanti ricordi!!

la pazzia di aggiornare una installazione di win1.0 con win2.0 e poi win 3.1 e via così non è comune!!!

la voce ha un accento scozzese? canadese? ..moh