martedì 15 marzo 2011

11 maggio reprise: la numerologia

Niente, non c'è sondino che mi piaccia di più della cieca e barbara superstizione, per comprendere la società.

E allora mi sono ancora un po' lambiccato il cefrone sull'argomento 11 maggio.

E mi sono chiesto per quale diavolo di motivo un signore rispettabile ma con una passione innata sia per l'astrologgia che per la geologia abbia avuto in mente la data dell'11 maggio 2011 per profetizzare un teremoto a Roma (Prati eh, mica tutta Roma). Cioè, perchè il 2011??

Allora scrivo la data:
11/05/2011
e siccome sono povero di spirito, la penso scritta con quei bei caratteroni degli orologi digitali vintèig , un po' così:

E mi accorgo, come anche voi sicuramente, che se uno toglie le liete barrette (le / di riga 1), e scrive tutto di filato il nummero, l'11 maggio 2011 è un nummero specchiabile (riga 2 in figura, sicuramente i cabalistici avranno una parolina per definire questo numero, io nin la so).

Ma se io scrivo la data secondo la convenzione anglosassone? non torna più nulla (riga 3 in figura)!! Non parliamo del fatto che se andiamo a prendere altri calendari, quello ebraico, o quello musulmano, sicuro non torna niente... Quindi il terremoto dipende dalla nostra scelta di calendario? Tres bizarre!! E se Gregorio XIII decideva, invece di togliere il giorno bisestile gli anni dei centenari non divisibili per 4, che so, di fare l'anno con 6 mesi, di lunghezza variabile, la terra doveva aggiornare i terremoti previsti per le date specchiabili?

...ma mi facci il piacere, mi facci!

Il sondino per valutare la società che citavo all'inizio del post ci permette di aggiungere una passione alle altre due (geologia e astrolocabalismo) del nostro profeta: gli orologgi casio degli anni '70!!! (e infatti vi metto l'immagine di un orologio che non è ne casio ne anni '70)

Nessun commento:

Posta un commento