sabato 12 marzo 2011

51 modi per salvarla

51 modi per salvarla è un manga di Usamaru Furuya del 2006.

Una docu-fiction in 5 volumi pubblicati dalla kappa edizioni che racconta, sotto la supervisione di Minoru Watanabe (giornalista specializzato in prevenzione delle calamità e gestione crisi), cosa accadrebbe se una scossa di terremoto di magnitudo 8.1 colpisse proprio la città di Tokyo.

Sulla quarta di copertina si legge: "Basandosi su una documentazione scientifica, Usamaru Furuya [...] ricostruisce meticolosamente ciò che accadrebbe realmente in una situazione del genere, presentando nel frattempo le tipologie umane e gli stereotipi della gioventù cittadina del Giappone odierno, a contatto con un evento di tali proporzioni."

I protagonisti sono due giovani ragazzi, ex compagni di scuola, che si incontrano per caso ad Obaida, la baia di Tokyo. Tempo di riconoscersi e di conoscere la nuova 'personalità' di entrambi che un boato precede quello che di lì a poco segnerà un notevole cambiamento nella loro vita e porterà a rivederne alcuni aspetti.

Non è un manga leggero. Anche il disegno (nonostante io non conosca altre opere dell'autore) è cupo e spesso angosciante, ma ben si adatta al tema trattato.
Ho imparato molte cose. Cose che in questi ultimi giorni mi son tornate spesso in mente visti i recenti fatti che han colpito proprio il Giappone. Certo, qui si parla di un epicentro sotto la capitale e non contempla l'arrivo di alcuno tsunami (anche se lo accenna). Ma non è questo il punto.
Lo scenario di devastazione e distruzione che si crea non solo materialmente ma anche e soprattutto nel cuore e nella mente delle persone è ciò che ricordo maggiormente di questa lettura.
Il panico di una folla, gli incendi, i mulinelli di fuoco, stupri e rapine, il disturbo post traumatico da stress (PTDS), la demagogia dei disastri, eventuali sette che approfittano dello stress emotivo delle persone e così via, il tutto spiegato non solo attraverso i nostri personaggi, ma anche con commenti "fuori campo" alle immagini e piccole schede alla fine di ogni volume.

Ho letto molti commenti negativi dei fan di Usamaru. Non posso contraddirli né confermarli.
Ognuno è libero di pensarla come vuole.

A me è piaciuto e ve lo consiglio.


Dal commento a fine opera dell'autore:
Il terremoto è un evento veramente spaventoso. [...] L'obiettivo non è di spaventarvi, ma nonostante tutto se saranno la paura e l'apprensione i sentimenti che vi faranno accostare a questa drammatica realtà, che vi costringeranno ad interessarvi alla cosa, allora ben vengano. Vorrà dire che questo manga sarà servito a qualcosa.

Nessun commento:

Posta un commento