martedì 12 luglio 2011

Yann Tiersen (finally)

questo post è scritto in collaborazione con GRÄDDFIL & LÖK
Bene, la notizia è che finalmente sono entrato ad un concerto a villa ada senza impicci!!

Oddio, qualche difficoltà l'abbiamo in effetti avuta... Con eri e bù usciamo verso le 9 e mezza, faccio due isolati che... che già vedo gente che parcheggia e si avvia a piedi (cioè io prendo la moto per fare 2,3 Km e questi parcheggiano a 1,8 Km...), e la cosa un po' mi preoccupa.

Man mano che ci avviciniamo circumnavigando villa ada: il mio obiettivo è parcheggiare come l'altra volta, lillo lillo poco prima che la strada diventi a senso unico.

E invece... delirio! pieno de gente che va, gente che viene, filona de macchine per strada, macchine parcheggiate... atmosfera delle grandi occasioni insomma! Mollo eri alla fine della discesa ("e mo dove vai?" "su!" "ma dove su!" "più su!"), torno quasi all'incrocio con via salaria, mollo bù e caschi e... concerto!!

Gimkana fra le moto e i motorini, dribbling fra vari capannelli di persone con cellulare in una mano che sventolano l'altra manco dovessero fa partì la ola, mostro i biglietti al primo check, poi anche al secondo dove me li strappano, e siamo dentro!

Manco ve sto a di quanta gente c'era, al posto del "gruppo spalla" della serata si faceva il gioco della sedia: mira alle colonne delle sedie che lo staff porta in giro e prenditene una!

Nonostante eri desideri MOLTO avere una sedia, a me de fa a botte per stare seduto a un concerto non me passa proprio per la capa. Che poi l'intera situazione è fallata: i primi hanno le sedie, e si siedono in circolo lasciando sì dello spazio davanti al palco, ma non abbastanza per far entrare quanti vogliono vedersi il concerto in piedi. Che succede allora? che subito davanti alla prima fila ci sono quelli in piedi, quello in prima fila non vede e si alza e.. domino!!!

intermezzo: altro video di una canzone molto bella


Strategicamente allora io piazzo me ed eri ad una giusta distanza dal palco, con a sinistra in vista la fila per la birra, e subito dietro le ultime sedie: se, come spero, non si alzano, ce lo vediamo alla grande.

Fila per la birra? quando arrivo ci sono tipo 30 persone in coda, quando inizia il concerto ce ne sono 60, morale della favola, serata alcohol free... drats..

Ma sto concerto? Inizia alle 22.30 con la canonica mezzora di tolleranza, finito qualcosa dopo mezzanotte, anche qui di ordinanza.

Impressioni? Intanto yannuzzo ha tenuto fede al titolo del tour, dustlane come l'ultimo album, e ha presentato sostanzialmente solo le ultime sue produzioni. Eccezione evidente sur le fil, il primo filmato che vi ho proposto. In effetti anche questa classica viene "sporcata" da un suono elettronico che la rende più oscura e simile alle sonorità attuali di yannino.

In effetti è strana l'evoluzione che ha fatto, una volta suonava musica molto francese (nonostante testi anche in inglese), cambiando spessissimo strumento ma rimanendo protagonista di un suono abbastanza semplice.

Qui invece si è portato 5 musicisti, un basso, due tastiere (una solo sintetizzatore o quasi), una chitarra e il batterista. Se ci uniamo lui che per metà ha suonato violino e per metà chitarra (e metà non intendo metà concerto ma metà di molte canzoni), e ne esce una valanga di suono.

Una valanga molto rock e a tratti molto elettronica, quasi adatta da discoteca (quella buona).

'Sta valanga tuttavia non toglie personalità al frangiso, che ci mette del suo e rende inconfondibile il suo suono... molte volte durante la serata ho pensato che forse abbiamo finalmente una speranza per sopravvivere degnamente ai noir desir!!

Come brano finale il prode yann ha riarrangiato il tema di amelie tirando fuori dal cappello una versione che rende giustizia al nuovo sound e gli evita il linciaggio del 90% dei presenti al concerto (me escluso):


Scene dal concerto vedono quelli dietro di noi a dx che, appena rimessi insieme, n'antro po' si rilasciano perchè lei non ha aspettato lui fra il primo e il secondo controllo ("mettiamoci na pietra sopra e da oggi liberi"), quelli davanti che prendono due sedie e so contenti, solo che so venuti in 5 al concerto e allora stanno tutto il concerto a fa casino, fra chi si alza e chi trova altre sedie e le porta, quello che con l'iphone avvia shazam proprio nel brano che yann annuncia come nuovo pezzo... nuovo!!! niù!! Non dico sapere l'inglese, ma quando un francese parla inglese è un evento così raro che merita di essere capito!!

...vabè, cmq applausi pe yann, per chi è entrato ierisera e pure per chi è rimasto fori!

1 commento:

  1. io lo conoscevo solo per amelie... e in effetti non c'azzecca niente con questi brani che hai postato :-/

    troppo carino pero' il racconto del concerto!

    RispondiElimina