mercoledì 28 dicembre 2011

Concerto dei CartoonHeroes

Un qualche sabato scorso (10 giorni fa all'incirca) sera un coraggioso distaccamento della classe di jappo, composto dalle 4E (che qualcuno dice stia per esaurite) e da me, si è recato presso l'aula studio dell'auditorium per assistere al concerto dei CartoonHeroes.

La serata parte in grande stile natalizio: punta alle 20 all'auditorium, ritirati i biglietti prenotati a tempo debito, mangiamo alle bancarelle natalizie subito fuori all'auditorium; io mi sparo 'na biretta natalizia (un po' acre vieppiù) e na pizzetta bianca natalizia colla porchetta natalizia (very kurisumasu - クリスマス), eri un arancino (natalizio) e poi na ciambellona fritta zuccherosa (e natalizia) delle dimensioni di quelle che si usano per scendere i toboga (natalizi anch'essi).

Rinfrancati nel corpo, andiamo a rinfrancarci nello spirito. Ci avviamo verso la sala studio, e nel tragitto scruto con curiosità le persone che stanno entrando. Io mi aspettavo persone di età media più o meno quella mia e di eri (ergo in un intorno dei 30 anni), invece entriamo proprio insieme ad un gruppo di persone che come media di età stanno più sui 70... Poi ragazzi, e molti genitori con bimbi.

Entriamo, e sul piccolo palco ci sono sì molti microfoni, ma anche degli strumenti. Suonano dal vivo dunque!! Ci sediamo (le 4E si separano, maledetto sistema di prenotazioni automatico), e attendiamo l'inizio. Siamo in quarta fila (come qui), ma davanti non ci sono sedili, e quindi me posso sbracà come voglio, olè! La sala è stracolma, per la cronaca.

A un certo punto si alza dalla prima fila proprio davanti a noi uno un po' gnappo del tutto simile a questo qui sulla sinistra. Và sul palco, prova a sedersi su uno sgabello, poi torna sulla prima fila e dice qualcosa ai vicini, tipo che no, non è così alto come pensava...

E nella mia testa passano iniziano a lampeggiare immagini di eros di pollon e krusty il clown, è il doppiatore!!

Poco dopo, si parte con l'introduzione di un ragazzo che, ehm, non ho idea cosa doppi nella vita, forse fa solo "la voce", ed entrano in scena!

A cantare sono tanti (7?) fra cui due sore Cenciarelli, due dei raggi fotonici (il terzo suona la chitarra), il cantante di jeeg robot (Douglas Meakin) il cantante della sigla di kenshiro (Claudio Maioli), la cantante di lady oscar (Clara Serina).

Più un altro chitarrista, due alle percussioni, e un bassista.

Tanti microfoni sul palco, molti strumenti... parte il primo pezzo, annunciato proprio dal puffo doppiatore di cui sopra, e... panico, nun se sente gnente, una chitarra sparata in primo piano il resto lo intuisci sul labbiale..

Tempo un paio di pezzi e per fortuna il fonico ne viene a capo, e posso anche io mettermi a sentire il concerto.

I presentatori dei brani sono, come avrete intuito, tutti doppiatori storici dei cartoni. Dopo "krusty", è arrivato accolto da gran fomento il doppiatore di mr. X (e di happosai), seguito dopo una manciata di brani dalla doppiatrice di Cenerentola, che ricevuto il giusto tributo (e tripudio) solo quando ha iniziato a parlare come Lisa... na Lisa che parla in romanaccio ancora ce mancava ^_^

E tutto sto ben di dio era solo fra un brano e l'altro, troppo divertente l'ape magà fatta a marcetta con le due cenciarelli a dare il ritmo, gran commozione su lady oscar, e tutto il pubblico a cantare quando era il turno di Sanpei. E tanta gioia se quando una canna piena di magia, noi la facciamo reggae ^_^.


Di amenità in amenità, con alla voce il cantante dei Raggi Fotonici, viene anche eseguita la sigla di Lamù. Eri a fine concerto trova il coraggio ('glielo vai a chiedere tuuu?', ma non esiste), di andare dal cantante dei raggi fotonici a chiedere se sia lui il misterioso e ignoto cantante della sigla. E no, conferma che non è lui, che il mistero è talmente misterioso che manco la SIAE sa chi sia stato a cantarla (aho riuscisse a esse mai utile sta ペニス de SIAE), e che i diritti per adesso sono "parcheggiati" in loro possesso per le esibizioni live. Da notare la doppiatrice di lamù, elegante signora con quasi tutte le caratteristiche di lamù ma OPPOSTE, che accompagna la canzone a suon di "tesoruccioooooooo".

Di seguito una videolist completa di tutti i brani eseguiti durante la serata (che risponde anche a questo link oltre che partire qua sotto), a cura di due delle E (エヴァ e エリ):

Accanto a noi avevamo un gruppo di genitori + bambini. Suddetti bambini prima che iniziasse il concerto stavano, con sacro terrore di eri, facendo un discreto casino. Iniziato il concerto hanno passato un'ora e mezza con la bocca aperta a guardare verso il palco... spettacolare!!

E l'analisi antropologica della serata si conclude così: quel gruppo di persone di età media più alta del resto erano secondo me parenti e amici degli esibendi, i ~30enni erano quelli "giusti" (sentivano le canzoni da piccoli e mo se le risentono), i genitori con bambini... beh loro hanno sicuramente usato la scusa dei pupi per venire al concerto che volevano vedere loro!!!!

3 commenti:

  1. beh... è Natale ovunque...
    anche in quel del mondo cartoon...
    certo che la voce di Krusty il Clown su un essere umano vero mi farebbe specie alquanto...

    RispondiElimina
  2. quanto ho cantato! e quante risate!
    :D

    RispondiElimina
  3. Sono perfettamente d'accordo con l'analisi antropologica!!! :)

    RispondiElimina