mercoledì 30 ottobre 2013

Echo

Echo è un'opera di Terry Moore del 2008.


La storia si dirama attorno alle (dis)avventure della giovane fotografa Julie, in bolletta e con un divorzio che non vuol concedere. In particolare, la situazione non migliora quando, trovandosi nel posto sbagliato nel momento meno opportuno, assiste ad un'esplosione nel deserto, venendo ricoperta da parte del materiale in caduta che le si attacca inesorabilmente addosso.
Da quel momento i suoi guai non faranno che aumentare in un crescendo di elementi misti tra il fantascientifico, segerti militari e cospirazioni, alla ricerca della verità.

L'opera si snoda sapientemente tra una serie di personaggi collegati all'evento, direttamente e non, che la protagonista incontra nel suo viaggio. Da un ranger alla ricerca della fidanzata perduta a fanatici motociclisti-haker-complottisti, da agenti dell'intelligence a scienziati onesti o venduti.

Di più non fatemi dire, altrimenti potrei svelare troppo!  ^_^

Il tratto è pulito ed essenziale; onesto nel tratteggiare ogni espressione umana come reale, rughe comprese.
I personaggi sono introdotti con maestria durante lo svolgersi delle vicende, con passo simile alla realtà: caratteri, vite, scelte personali e scopi ci vengono rivelati al momento giusto, andandosi a sommare agli eventi. Questo fa sì che ci sia nei personaggi una conoscenza progressiva di informazioni che porta alla conseguente crescita degli stessi.
Un viaggio psicologico, oltre che  fisico.

Consigliato? Si, soprattutto nell'edizione italiana completa disponibile, quella della Bao: un unico volume che racchiude i 30 originali, per un totale di circa 600 pagine di fumetto.
Una bella storia, disegni piacevoli e parecchio tempo per leggerlo/goderselo. Che volete di più?

Nessun commento:

Posta un commento