mercoledì 2 ottobre 2013

Mira... el Mira!

Al giorno d'oggi con tutti i cellulari quasi non ce ne sarebbe bisogno... epperò con la connessione internet a casa come non sfruttare il numero e la presa?
Quindi anche noi si è muniti di telefono. Si, il caro vecchio telefono, quello lì piazzato su un mobile in un angolo della casa, avete presente?
Quello che pochi usano, visto il grande successo di cellulari prima, smartphone e tablet poi.

E siccome a noi CI piace esserCI stravaganti a modo nostro, si era rimediato un bel telefono di quelli antichi (quand'ero bambina), di quelli pesanti (in bachelite), con la cornetta attaccata all'apparecchio e con la tastiera... no, niente tastiera: il disco coi numerelli sulla circonferenza. Questo, insomma:
Sistemata (adattata) la presa, il telefono funziona. E funziona eccome: dovreste sentire quando squilla! Sveglia l'intero condominio...
L'unica cosa che gG non ha ancora adattato (e spero lo farà) è il sistema per convertire il numero composto ad impulsi in uno a toni. Quindi, morale della favola: riceviamo ma non telefoniamo a nessuno.
Inoltre, il telefono fisso all'ingresso implica che bisogna stare lì. Ma proprio lì, in piedi, con cornetta alla mano, spalmata alla faccia. Io risolvevo tirando a me lo sgabellino (qui e qui).  ^_^

Quindi si è deciso di fare il grande passo: cercare un telefono cordless. Su internet ce n'è un'infinità e mi ero arenata per via dell'indecisione. Poi le scorse settimane, annoiandomi a casa, ho ripreso la ricerca e sono incappata in un modello niente male. Superato anche il giudizio di gG (e poi dicono a me che son di gusti difficili...), è stato comprato su amazon ed è arrivato la settimana scorsa.
All'inizio era stato messo in salone, dove effettivamente ci stava molto bene. La fregatura è che se stai dall'altra parte di casa, tempo che arrivi a rispondere al di là han rinunciato, sicuro.
Quindi mentre gG era alla notte dei ricercatori a Napoli, io scambiavo di posto i due apparecchi:
Soddisfatti dell'acquisto? Si, il telefono fa quello che deve fare (chiama e riceve) più altre cose (che potete leggere qui).
La suoneria praticamente non la sentiamo, perché l'altro urla per due.
In compenso, gG si è chiuso sul suono di due (DUE) note che fa quando riponi la cornetta alla base. Che guarda caso sembrano essere le stesse delle prime due note della sigla de "Il giro del mondo di Willy Fog".



E così capita che almeno una volta al giorno gG alza e abbassa la cornetta... e noi ci si ritrova a canticchiare questa sigla...  ^_^

1 commento: