venerdì 22 novembre 2013

Dentro la setta

Dentro la setta è un fumetto di Pierre Henri e Louis Alloing del 2005.


Il fumetto inizia con un flashback di Marion, una giovane pubblicitaria.
In un particolare momento difficile, la protagonista sperimenta la fragilità dell'equilibrio della sua vita, perdendo la propria identità di fronte alle difficoltà quotidiane per cadere nel mondo delle sette.
L'ingresso alla setta avviene tramite una persona fidata, un amico, che le consentirà un primo approccio con Scientology.
Nonostante lo scetticismo, all'inizio sembra che la felicità tanto agognata sia pronta dietro l'angolo. Jogging, sauna, alimentaizone sana e sedute terapeutiche (dietro pagamento, ovviamente) sembrano sviluppare l'autostima necessaria. Però contemporaneamente la sua carriera lavorativa subisce un brusco arresto, il che porta Marion ad entrare sempre più in Scientology.
Le condizioni sono ora assai diverse: lavori manuali faticosi, alimentazione scarsa, ore di studio fino a tardi, isolamento dal resto del mondo, nessun particolare rapporto di amicizia consentito nel branco, il tutto in una perenne corsa che sfianca gli adepti e li tiene sul filo del rasoio proprio per impedire qualunque pensiero riflessivo diverso da quello della setta: l'unica verità è quella di Scientology, dove la felicità e la riuscita personale non possono essere svincolati da essa.

Marion inizia ad accusare stanchezza e ad intuire in essere potenzialmente depressa dopo un banale fatto nella sua città natale: un amico le dimostra empatia, dopo tanto tempo priva di affetto e tenerezza. Inizia così a porsi domande, a desiderare di cambiare vita e a voler andare via.
Si allontanerà dalla setta, ma come racconta lei stessa "Il fatto che io fossi uscita dalla setta non significava che la setta fosse uscita da me...".
Perdere un'adepto significa anche rischiare la diffusione di informazioni potenzialmente compromettenti. Scientology, come qualunque altra del resto, non si può permettere una cosa del genere e si trasforma nell'incubo di Marion. Telefonate, minacce, pedinamenti e furto portano Marion a denunciare la setta pur di riuscire a tornare ad una vita normale.
Una dura battaglia dall'esito amaro. Il diritto alla felicità contro chi si spaccia come salvatore salvo poi trasformarsi nel lupo cattivo che sfrutta le debolezze altrui per dominarli, dovrebbe avere sempre l'esito dei film, dove i buoni vincono sempre.
Nella realtà a volte vincono, spesso perdono e qualche volta non ci sono vincitori.

Un'organizzazione che manipola le persone, atrofizza il loro pensiero, neutralizza il libero arbitrio e sotterra la loro personalità (arricchendosi in tutto questo) è il mostro contro il quale Marion combatte, raccontatoci in maniera quasi ironica, con disegni semplici e fluidi che aiutano a realizzare un fumetto-documentario mai pesante, nonostante il fenomeno possa essere ritenuto una piaga del XX secolo.

In appendice il volume presenta due saggi di approfondimento molto interessanti:
- "E la setta vi accoglie sotto la sua ala..." a cura dell'UNAFDI con informazioni relative al sistema di reclutamento;
- "Scientology in Italia" di Simonetta Po.

Nessun commento:

Posta un commento