lunedì 2 dicembre 2013

Il genio (l'importanza di essere Oscar Wilde)


Mi piacerebbe arrivare
a temere di non essere frainteso
se solo avessi il genio…

Mi piacerebbe estrapolare
dal mio pensiero un contrappeso
partire dall'ingegno
per arrivare al genio

Non avere niente da
dichiarare eccetto che
il proprio algido genio
Il proprio fulgido genio
tanto che c'è la falsità
è solo l'altrui verità
che vorrei prendere
a calci in faccia

Mi piacerebbe disorientare
senza troppo dare peso
ai patti col contegno
se solo avessi il genio...

E il buon senso demolire
così com'è comunemente intenso:
lo fece Wilde il genio
con il suo caustico genio

Non avere niente da
dichiarare eccetto che
il proprio algido genio
Il proprio fulgido genio
tanto che c'è la falsità
è solo l'altrui verità
che vorrei prendere
a calci in faccia

 Non avere fede in se è la priorità
illimitata e indubitabile
fede che non sa che cosa farsene
della convalida della comunità

Non avere niente da
dichiarare eccetto che
il proprio algido genio
Il proprio fulgido genio
tanto che c'è la falsità
è solo l'altrui verità
che vorrei prendere
a calci in faccia

Non avere niente da
dichiarare eccetto che
il proprio algido genio
Il proprio fulgido genio
tanto che c'è la falsità
è solo l'altrui verità
che vorrei prendere
a calci in faccia 

Nessun commento:

Posta un commento