venerdì 31 ottobre 2014

Halloween...


chi sarà a proiettare?
inizia l'intaglio

via la testa!

via occhi e bocca

luce!

e luce fu, bwahahahaha

A's diary: il seggiolino auto Eletta

Come visto qui, noi si era provvisti di un ovetto usato.
Perfetto per le visite di routine in ospedale post-dimissione, soprattutto se ancora in attesa della carrozzina.
Non abbiamo comprato nulla prima perché si navigava nel buio più totale. Quindi il regalo ha salvato capre e cavoli: in caso di prematurità, almeno possiamo lasciare l'ospedale.
La caratteristica dell'ovetto è che fa parte di un set (un trio) comprendente carrozzina e passeggino, che prevede la sua trasportabilità fuori dall'auto per non dover svegliare i pupi che inesorabilmente si addormentano in viaggio. Generalmente si monta sulla struttura del passeggino del proprio set o su altri tramite adattatori.

Ora, noi non abbiamo comprato un trio ma semplicemente un duo.
Questo modello non si può montare sul nostro passeggino. Ok, tanto non ce l'avremmo mai scarrozzato, perché non è il massimo come postura per un neonato e perché sinceramente preferisco portarlo in carrozzina!
Ma soprattutto, l'ovetto "scade" ad un tot peso (raggiunto solitamente in fretta) e, se vi andate a studiare la faccenda, scoprirete quattro classi di seggiolini auto a seconda del peso dei bambini.

Non avendo la nessunissima intenzione di comprare 4 seggiolini diversi, ho optato per i seggiolini che raggruppano due classi.
Missione: prendiamo un modello 0+/1 (0-18kg).
Si, ma quale? Oddio, un'infinità di modelli, colori, marche, bla bla. Troppa roba.
Alla fine risolve gG trovandone uno che sembra fare al caso nostro.
Studio un po' pro e contro, leggo recensioni (chi dice perfetto, chi invece che fa schifo), chiedo ad alcune mamme.
E alla fine quello trovato fu quello comprato:

Seggiolino auto Eletta Comfort della Chicco, grigio (ma solo perché rosso non l'ho trovato più, sigh!)
[nb: sul sito c'è ancora il modello vecchio...]


L'abbiamo montato davanti, lato passeggero, nel caso di un solo adulto.


Com'è?

Avrei preferito i colori "sfumati" del vecchio modello, ma solo se avessi scelto grigio. Invece ho voluto ordinare il rosso "race", che però non era più disponibile e non lo sarebbe stato per un altro po' di tempo. Ormai c'ero... pace per il colore! 
Non è un seggiolino isofix, quindi monta sulle cinture di sicurezza a tre punti.
Il passaggio per le suddette cinture è segnalato da differenti colori, a seconda se usato come gruppo 0+ (0-13kg, senso contrario di marcia) o come gruppo 1 (9-18kg, senso di marcia). Molto semplice.
Ha 4 posizioni ed è dotato di riduttore per i più piccoli. Noi lo mettiamo nella posizione più orizzontale, tanto dorme appena acceso il motore...
Credo che compreremo la fodera per il periodo estivo, che il rivestimento di base mi sembra perfetto per l'inverno ma poco adatto per la calura romana.

lui ci sta comodo


Thanks to colleghi CNR

venerdì 24 ottobre 2014

A's diary: la vaschetta

La domanda posta è stata: il bagnetto dove e come lo facciamo?
Si è optato per una vaschetta appena visto questo modello "pieghevole".

Vaschetta Flexi Bath della Stokke, bianca.


La particolarità è proprio la sua chiusura che la rende piatta per un minimo ingombro (63x24x10 cm) e un facile trasporto.
Si può usare dalla nascita, col supporto per neonati, fino ai 4 anni circa.


Ci piace? Si, l'abbiamo già ampiamente usata e si ripone che è una meraviglia!


Thanks to: zia Sara (auguri!) & dolce metà

lunedì 20 ottobre 2014

Insieme - 4 anni dopo

E un altro anno è passato, da qui...


Ma stavolta siamo insieme in tre!

Sublime - Santeria + VW Polo

Prendo la macchina dal concessionario, imposto RadioRock, e, giusto il tempo di finire la minchiata di turno mandata in onda in quel momento, che parte Santeria...

Beh spettacolo!!

venerdì 10 ottobre 2014

A's diary: la flotta MAM

Accade che quando i pupi nascono spesso si fanno le prime ore di vita senza mangiare.
Poi si attaccano e mangiano colostro. Poi arriva la monta lattera e si passa al latte.
Alcuni hanno bisogno dell'aggiunta, soprattutto se la monta tarda ad arrivare e se il calo fisiologico comincia ad essere oltre il 10%.

A. è nato prematuro e per i primi 2 giorni e mezzo non ha mai mangiato.
A me è scesa la monta lattea il terzo giorno e, viste sonnolenza+pigrizia, mi hanno consigliato di tirarmi il latte per darglielo (ed evitarmi congestioni o mastiti). E di dare l'aggiunta perché doveva prendere peso e combattere l'ittero.

S'è reso quindi necessario il set per le poppate. La scelta è caduta sulla marca MAM che avevo avuto modo di studiare tempo addietro.

Al momento abbiamo:
- tiralatte manuale (nella segreta speranza di usarlo poco e per poco tempo)
- 1 biberon First Bottle da 130ml
- 2 biberon First Bottle da 160ml
- 5 vasetti per la conservazione
- spazzola Soft Brush
- sterilizzatore per microonde


8' a 800W

Abbiamo poi comprato online quel che lì sembra un tappeto d'erba (Grass, countertop drying rack) con un alberello bianco (Twig). La marca è ancora la Boon (vedi qui).
E' semplicemente uno scolino per biberon & co. Molto utile perché lo spostiamo dove vogliamo e le cosine sue sono tutte raggruppate e non mischiate-sporcate con le nostre. Ci piace!


Che ne pensiamo?

Il tiralatte manuale è comodo e maneggevole, ma stancante sedovesse essere utilizzato sempre e per molto tempo. Io l'ho usato all'inizio, mentre ora quasi non lo adopero più a meno di non dover svuotare un seno lasciato incompiuto.

I biberon si sterilizzano anche per conto proprio in soli 3 minuti, quindi 3 ci bastano perché si fa presto a riaverli puliti e sterilizzati. Per la questione "anticolica" (ridotte, non eliminate!) non so che pensare. Qua le coliche ci sono e purtroppo ce le teniamo nonostante tutti i tentativi per placarle.

Lo sterilizzatore da microonde contiene parecchio e, se non aperto, mantiene la sterilizzazione per 24h. Ottimo e di facile utilizzo.

La spazzola sembra una fesseria che si potrebbe evitare, però la punta è perfetta per pulire a fondo l'interno della tettarella. Consigliata!


Thanks to: zio Phil & dolce metà

venerdì 3 ottobre 2014

A's diary: la lampada Glo

L'aveva trovata online mia sorella, non so cosa stesse cercando (e non voglio sapere).
M'era piaciuta subito, carinissima come idea.
Persino gG se n'era innamorato. E quando abbiamo comprato online il lettino, ci abbiamo aggiunto anche lei, la lampada Glo di Boon: l'abat-jour notturna con le sfere fluorescenti rimovibili e portabili.


Com'è? Cariiina...
La lampada ha tre steli con una sferetta ciascuno.
L'interruttore si trova lungo la circonferenza della base, una levetta che ruota passando per la gamma di colori disponibili.
C'è la "posizione" dell'interruttore per la luce bianca così come quella per tutti-i-colori-a-rotazione.


PRO:
- idea
- design
- utilità (spero che A. la trovi tale!)

CONTRO:
- prezzo, non proprio regalatissima
- le sfere non prendono il colore utilizzato al momento ma sono sempre verdi