venerdì 21 novembre 2014

A's diary: il passeggino Bugaboo Buffalo

Uno degli obiettivi di Eri, da tempo immemore, e dopo attente, scrupolose e precise valutazioni, è sempre stato l'acquisto del famigerato passeggino Bugaboo Buffalo (detto come la voce fuori campo dei film di Fantozzi).

Abbiamo scelto di comprarlo direttamente dal loro sito (comprandolo dopo la nascita di Alessandro), avendo così modo di evitare i tempi di consegna in negozio e di avercelo consegnato accasa.

Nota importante per il seguito, il modulo online di acquisto prevedeva il campo note, così l'acquisto l'abbiamo fatto a (cog)nome di Eri, e nelle note c'erano le specifiche per consegnarlo al citofono.

Solito spasmodico refresh della pagina col tracking del vettore, il primo settembre viene inviato il pacco, e il 4 settembre ammattina arriva a Roma-Fiano Romano. Aspetta aspetta, arriva la sera che non viene consegnato.

Poco male, pensiamo, il giorno dopo oltretutto ero a casa, quindi nessun problema. La mattina dopo, venerdì, però, il pacco non risulta uscito dalla filiale. Allora chiamo, e scopro che... al corriere non risultava il cognome sul citofono, e quindi... avevano stoppato il pacco!

Va da sè che a Eri era già salito il mostro, non avere il passeggino fino a lunedì?!? Eresia!

...risultato... prendo e vado a Fiano con copia del documento di Eri, e mi incollo i 20 e più chili de scatolone... E' solo un collo? Sì, sì, mi assicura il ragazzetto al desk. Vista la mole, ho pensato che magari le tele e quelle due cose optional che avevamo preso le avessero incluse nella stessa scatola.

Ed ecco la sequenza di spacchettamento/montaggio:

rumore di taglierino

sfrush sfrush rumore e tutti i pezzi fuori

...allora, vediamo un po', ruote, struttura, altre ruote, mmh...
Quando è stato ad aprire il tutto, mancavano le parti in tela!!!

Può essere che fanno un invio parziale di una cosa che non puoi manco usare? Ricontrolliamo la mail dello shop online e niente, pare che per loro sia partito tutto.

Prendo il telefono e chiamo il lieto servizio clienti... a Bruxelles... la signorina l'impapocchia un po', alla fine dice che sicuramente per il lunedì dopo sarebbero partiti. Intanto le dico il recapito giusto, almeno il pacco 2 arriva senza sbattimenti.

E montiamo quel che possiamo.
Ruote e struttura portante, veramente solida!


Aperta la struttura, la prima volta e senza i pezzi ci abbiamo messo un po' a capire il verso.


clack, le ruote posteriori entrano con molta soddisfazione

le ruote davanti hanno un meccanismo che ne blocca la rotazione


via con il montaggio della culla


dentro la culla ci sta un "poster" di avvertimenti la cui frase più grande dice, in inglese, "bambini sono soffocati qui dentro", un benvenuto coi fiocchi insomma..


12-13 strisce di velcro dopo...


Ci arrangiamo per la copertura.. La struttura l'abbiamo... Allora prendo la fodera di un cuscino, e con un po' di spille da balia... tiro fuori questo:


Per una settimana è andata così... Alla fine abbiamo scoperto che la bugaboo aveva spedito tutto insieme, s'era incasinato il corriere!!

Ecco i restanti pezzi del puzzle:

Ci sono due coperture, quella estiva (va bene anche per il passeggino), che abbiamo provato, e quella invernale che stiamo usando ora.


Messa così funziona anche da zanzariera... Certo ce lo tumuli il regazzino...




Vista dal guidatore.

Questo è l'assetto attuale, tutto aperto...


in versione da passeggio...


E in versione bunker... E' comodo anche che il maniglione si può staccare da una sola parte e ruotare/girare, in modo da mettere il pupo comodamente.


out in the world!!


Thanks to nonni p.+ bisnonna

venerdì 14 novembre 2014

A's diary: il lettino Voyager

E se tempo fa abbiamo parlato del lettino da viaggio, oggi parleremo di quello del "viaggiatore", cioè il lettino ufficiale della cameretta di A.

Un'estate, in tempi non sospetti, sfogliando una rivista ci imbattemmo in una pubblicità.
Un lettino. Tenni la pagina per studiare l'oggetto in caso in futuro avessi dovuto interessarmi a quel genere di arredamento.
^_^

Guardando e riguardando nell'infinita varietà di lettini nessuno poteva eguagliare la particolare caratteristica di quel modello.
Se avessi voluto un lettino classico, avrei sicuramente scelto qualcosa all'ikea! ^_^

Ma bando alle ciance, vi presento la nostra ultima spesa!

Lettino Voyager della Pali, bianco (lucido).


Ordinato online qui (nei negozi per bimbi lo avremmo pagato di più, ci sarebbe voluto più tempo per averlo e la consegna era in negozio e non a casa!) è arrivato la settimana dopo, consegna su appuntamento. Un unico collo, su pallet, 252kg:


No, non avete letto male: erano proprio 252kg... gG lo ha appurato portando su i 7 scatoloni, uno più pesante dell'altro!
E non vi dico il mazzo per montarlo... anzi, vi mostriamo il tutto direttamente in time lapse:


Purtroppo era finita la batteria della GoPro quindi gli ultimi due pezzi (libreria grande e cancelletto) non sono stati fotografati-filmati.

Ma cos'ha di particolare?
Il lettino può essere montato in diverse configurazioni occupando sempre lo stesso volume (2m x 1m x 1m circa) ed è costituito da:
- un letto singolo con doghe
- un cassettone/secondo letto
- due cassettiere
- due mini librerie (2x2)
- una libreria grande (2x3).

Quando il pupo crescerà, potremo smontare il lettino e realizzare una cameretta composta dagli stessi oggetti con in aggiunta una scrivania (risultante dall'unione di 4 pezzi)!

Eh, niente, mi piacciono le cose trasformabili nel tempo, che non siano semplicemente usa e getta perché delimitate dall'utilizzo anagrafico.
Mi piacciono che siano ragionate, intelligenti, essenziali e semplici ma funzionali.


Thanks to nonni m.

sabato 8 novembre 2014

M3D Initial Survey

"Hello November Backers!

Please fill out this initial survey with your shipping address, color of The Micro, and color of pre-loaded filament spool as we prepare to deliver in the following weeks"
SLUUURP

venerdì 7 novembre 2014

A's diary: il seggiolone Stokke

Per il seggiolone non c'è mai stato bisogno di scegliere.
Difatti, conosco questo modello da anni, perché a lavoro da me abbiamo preso l'abitudine di fare una colletta e di regalarlo al futuro genitore. Gli si fa scegliere il colore e si aggiunge qualche accessorio, se ci scappa (sempre ammesso che non necessiti di altro, eh).

La collega che si è presa l'incarico conosce un po' i miei gusti e il colore della cucina!  ^_^

Seggiolone Tripp Trapp della Stokke, composto dai seguenti pezzi:
- Sedia: è la struttura che col tempo evolve seguendo la crescita del bambino - bianca
- Newborn Set: dalla nascita a circa 6 mesi
- Baby Set: l'adattatore che converte la sedia nel seggiolone vero e proprio - viola
- Cuscino: da montare con e senza il Baby Set - a righe colorate (intonatissime col viola)
set al completo
sedia da montare!


Essendo A. ancora piccino, il seggiolone è montato in "modalità sdraietta":
dov'è il pupo?

A. sembra apprezzare molto il newborn set: evidentemente gli piace essere alla nostra altezza e stare con noi a tavola!!
E a noi piace molto come sta seduto: sembra molto comodo e confortevole. Dolcemente avvolto.
E' dotato di braccino (staccabile) per appendere i giochini.
Inoltre il newborn set si stacca facilmente: si può appoggiare a terra e lo si può far dondolare.

Lo useremo il più possibile perché ne siamo veramente entusiasti!
col metrino SP
Per la "modalità seggiolone" dovrete attendere che A. sia in grado di stare seduto da solo.  ^_^


Thanks to colleghi SP